Me

Il mago David Copperfield è stato costretto a svelare uno dei suoi trucchi di magia

David Copperfield, il mago più famoso al mondo, è stato costretto a svelare uno dei suoi trucchi di magia dopo essere stato citato in giudizio da un partecipante a un suo spettacolo rimasto gravemente ferito

Immagine di copertina
Il mago David Copperfield. Dimitrios Kambouris/Getty Images/AFP

David Copperfield, il mago più famoso al mondo, è stato costretto a rivelare uno dei suoi trucchi di magia.

Durante una delle sue performance a Las Vegas nel 2013, uno degli spettatori, il turista britannico Gavin Cox, è rimasto ferito e ha deciso di fare causa a Copperfield.

L’uomo, 58 anni, ha citato il mago statunitense per negligenza dopo essere caduto mentre partecipava al trucco “Lucky # 13“.

Cox ha riportato una spalla lussata e sostiene di aver sofferto di dolore cronico e lesioni cerebrali.

Questo numero di magia è stato eseguito da Copperfield migliaia di volte senza che si verificassero incidenti.

Il trucco prevede la partecipazione di 13 volontari, scelti casualmente tra il pubblico, che vengono invitati a salire sul palco.

A quel punto vengono messi in un gabbia sospesa e coperta con un telo.

Quando questo viene sollevato, il gruppetto è scomparso. E qui arriva il trucco.

Come ha dovuto raccontare in tribunale Chris Kenner, produttore esecutivo di Copperfield, le persone vengono in realtà fatte uscire dal retro della gabbia e indirizzate da alcuni assistenti all’interno di cunicoli bui che portano fuori dal teatro.

Vengono poi fatti rientrare dalla cucina del resort e passare dal retro della sala, per ricomparire in tempo per il gran finale.

Il signor Cox cadde mentre veniva condotto attraverso questi cunicoli dai macchinisti e fu portato in ospedale con una spalla lussata.

In seguito i medici gli hanno diagnosticato una lesione cerebrale.

Gli avvocati Copperfield sostenevano che rivelare il trucco avrebbe danneggiato finanziariamente il mago, ma il giudice del tribunale distrettuale di Las Vegas non ha sentito ragioni.

Benedict Morelli, l’avvocato del signor Cox, ha dichiarato nel corso dell’apertura del dibattimento che “c’era un dovere da parte degli imputati di fornire un ambiente sicuro ai partecipanti del pubblico”.

Secondo l’avvocato, Cox avrebbe speso più di 400mila dollari in spese mediche.

Morelli in aula ha chiesto a Copperfield se si ritenesse responsabile dell’infortunio di un partecipante al suo spettacolo.

La risposta del mago è stata: “Dipende da cosa è successo, se ho fatto qualcosa di sbagliato, è stata colpa mia”.

Cox ha dichiarato che nei cunicoli utilizzati per spostarsi durante il numero di magia c’erano detriti e polvere, che hanno causato la sua caduta.

Copperfield, da parte sua, ha replicato che lui stesso aveva compiuto lo stesso percorso e che tutto era pulito.

Campagna regione lazio

Anche gli amministratori del resort dove è avvenuto il fatto sono stati citati in aula.

I loro avvocati hanno dichiarato che “Il signor Cox non è scivolato, è inciampato”.

Adesso il processo andrà avanti con Copperfield che sarà nuovamente chiamato a testimoniare.

In questo video potete vedere il numero del “Lucky #13” del mago Copperfield: