Me

Un calciatore è passato ai film porno e ora lavora con Rocco Siffredi

Il giovane ha abbandonato la carriera di calciatore per diventare attore di film porno

Immagine di copertina
Rocco Siffredi e il calciatore passato al porno

Davide, detto Dadà, è un ex difensore dell’ASD Calcio Pomigliano, una squadra di serie D. Ha debuttato nel calcio nel 2010, passando per diverse squadre della Campania, ma non è riuscito a trovare un club più importante in cui dar prova delle sue capacità calcistiche.

Nel 2013, quando aveva 20 ani, era stato contattato da tre diversi club della Lega Pro, ma non ha potuto firmare nessun contratto a causa del suo agente. “Ho avuto l’occasione di firmare un contratto professionale di tre anni, ma il mio agente chiedeva una commissione troppo alta”, spiega il ragazzo.

A causa dei problemi finanziari, Iovinella aveva deciso di lasciare la carriera da calciatore per dedicarsi a quella da gigolò, grazie anche all’aiuto di un connazionale.

L’ex calciatore è stato tra i 3mila che sono stati selezionati per lavorare con il regista Rocco Siffredi. “Questo ha fatto la differenza. Se devo praticare questo mestiere, devo apprendere dal migliore di tutti i tempi. È come essere allenati da Maradona”.

Da Napoli, Dadà è quindi volato a Budapest per visitare l’Accademia Siffredi, dove ha preso il nome d’arte di Davide Montana. Il successo nell’ambiente è stato tale che a giugno ha vinto il Siffredi Hard Academy contest e a settembre ha iniziato a lavorare come attore porno.

“[Rocco Siffredi] mi ha detto che ho avuto coraggio ad abbandonare la mia passione per iniziare questa nuova avventura. È una persona eccezionale, colta, molto umile, che aiuta gli altri. I suoi tre motti sono: umiltà, passione e ironia”.

“Non è come stare a letto con il tuo partner, quindi devi lavorare duro ed essere stabile” racconta l’ex calciatore al giornale svizzero Le Temps “E’ un vero lavoro, ci vuole respiro, coerenza e forza”.

Ai microfoni di marcianese.info aggiunge: “Sembra un mondo così semplice, ma di semplice non c’è nulla. È un lavoro che si avvale per lo più della componente psicologica. Occorre freddezza e concentrazione”.

Iovinella non ha abbandonato del tutto la sua passione per il calcio. Il giovane infatti gioca ancora nel club di promozione Marcianise, nella sesta divisione. “L’ideale sarebbe trovare un club in Ungheria, ma non ho più fiducia negli agenti”.

I suoi vecchi compagni di squadra sostengono Iovinella e sono diventati i suoi primi fan.

Per il momento, Dadà è pagato alla giornata ma non dimentica di aiutare suo padre, elettricista.

Ma Iovinella non è il primo calciatore ad intraprendere la carriera di porno attore. L’anno scorso anche il 33enne Assou-Ekotto, con alle spalle otto stagioni nel Tottenham e dopo aver indossato ventiquattro volte la maglia del Camerun ha deciso di appendere le scarpe al chiodo.

A rivelarlo è stato Henry Redknapp, l’allenatore del Birmingham fino a fine 2017, nel corso della trasmissione Spurs Show. “Un agente mi ha proposto Assou-Ekotto. Lo considero un buon giocatore e lo avrei anche preso volentieri. Ma è stato lui stesso a dirmi di non voler più giocare a pallone per concentrarsi sulla carriera di pornostar”.