Me
Una borsa potrebbe aver causato lo schianto dell’elicottero nell’East River a New York
Condividi su:
I primi soccorsi giunti sul luogo dello schianto nell'East River di New York. Eduardo Munoz Alvarez/Getty Images/Afp

Una borsa potrebbe aver causato lo schianto dell’elicottero nell’East River a New York

Secondo il pilota Richard Vance, unico sopravvissuto all'incidente, il bagaglio di un passeggero potrebbe aver colpito il pulsante di arresto del carburante di emergenza dell'Eurocopter AS350. Intanto il National Transport Safety Board sta conducendo un'indagine per verificare i fatti accaduti

13 Mar. 2018
I primi soccorsi giunti sul luogo dello schianto nell'East River di New York. Eduardo Munoz Alvarez/Getty Images/Afp

Secondo il pilota, unico superstite, dell’elicottero che si è schiantato nell’East River di New York l’11 marzo 2018, causando la morte di 5 persone, la causa dell’incidente sarebbe il bagaglio di uno dei passeggeri.

Richard Vance, questo il nome del pilota, ha infatti raccontato agli inquirenti che una borsa potrebbe aver colpito il pulsante di arresto del carburante di emergenza dell’Eurocopter AS350.

L’elicottero ha toccato lo specchio dell’acqua intorno alle 19 ora locale.

In una trasmissione radio resa pubblica dopo l’incidente si sente il pilota dire “Mayday, mayday, mayday” e “East engine failure”, intendendo il mancato funzionamento del sistema di sicurezza del velivolo.

Un video girato dall’esterno da fuori mostra l’elicottero di colore rosso scendere lentamente verso l’acqua, prima di immergersi nella sua parte destra.

Vance è riuscito a liberarsi ed è stato salvato da un rimorchiatore dei soccorsi.

I passeggeri sono stati identificati: si tratta di Daniel Thompson, 34 anni, e Tristan Hill, 29, di New York; Trevor Cadigan e Brian McDaniel, entrambi 26enni di Dallas e Carla Vallejos Blanco, 29 anni, argentina.

L’elicottero era stato noleggiato privatamente per un servizio fotografico.

L’ABC News ha riferito che l’elicottero è entrato in acqua all’altezza dell’86a strada est, vicino all’Upper East Side di Manhattan.

Ha quindi fluttuato “un miglio o due a sud”, prima che gli equipaggi di emergenza potessero fermarlo.

I vigili del fuoco di New York, comandati dal commissario Daniel Nigro, hanno detto ai giornalisti che l’elicottero si è rovesciato nell’acqua, complicando così gli sforzi di recupero.

“Una delle parti più difficili del salvataggio era dovuta al fatto che cinque persone erano strettamente legate”, ha detto Nigro.

Il National Transport Safety Board, un’agenzia investigativa indipendente del governo degli Stati Uniti che indaga ed emette rapporti in merito agli incidenti che coinvolgono aeroplani, navi, treni, oleodotti e gasdotti, sta conducendo delle indagini sull’incidente e ha riferito di aver mandato “14 membri del personale NTSB” sul posto.

Questo è il tweet dell’NTSB:

L’incidente ha attirato una grande folla di curiosi sul lungomare.

Questo è il terzo incidente che coinvolge velivoli della Liberty Helicopters negli ultimi 11 anni.

Nel 2009, nove persone, tra cui 5 turisti italiani, sono morte quando un elicottero si è scontrato con un aereo proprio sopra l’East River.

Il video che mostra l’elicottero mentre si schianta nel fiume: