Me

In Israele è stata coniata una moneta con il volto di Trump

Un'organizzazione israeliana ha coniato una moneta con il volto del presidente degli Stati Uniti per celebrare il suo riconoscimento di Gerusalemme come la capitale di Israele

Immagine di copertina

Un’organizzazione israeliana, il Mikdash Educational Center, ha coniato una moneta con il volto del presidente degli Stati Uniti Donald Trump per celebrare il suo riconoscimento di Gerusalemme come la capitale di Israele.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il Centro sostiene che la “moneta del tempio” rappresenti Trump accanto a Ciro il Grande, l’imperatore persiano che nel 538 a.C. emise anche un editto che consentiva agli Ebrei non solo di fare ritorno nelle loro terre dall’esilio in Babilonia, ma anche di ricostruire il tempio di Gerusalemme.

Il rabbino Mordecahi Persoss ha riferito al The Times of Israel che Trump, come l’imperatore Ciro II di Persia, ha fatto una “grande dichiarazione” quando ha riconosciuto Gerusalemme come” la capitale del popolo santo”.

L’organizzazione israelieana ha stampato mille monete da mezzo shekel, che non possono essere utilizzate come valuta ma possono essere acquistate con una donazione minima di 50 dollari.

Il Mikdash Educational Center si definisce un’organizzazione educativa e religiosa senza scopo di lucro e sostiene che le donazioni “aiuteranno a diffondere la luce di Gerusalemme e lo spirito del Santo Tempio in tutto il mondo”.