Me

“Non avete creduto in noi nomadi irlandesi, volevo suicidarmi, oggi ho vinto”: la grande rivincita nel discorso dell’attore John Connors

John Connors, salito sul palco per ricevere il premio come miglior attore protagonista per il suo ruolo nel film "Cardboard Gangsters", ha parlato di un momento difficile trascorso nella sua vita

Immagine di copertina
L'attore irlandese John Connors / Credits: youtube

L’attore irlandese John Connors ha pronunciato un discorso dal grande impatto emotivo su come la recitazione e la creatività lo hanno salvato in un momento della sua vita in cui stava pensando al suicidio.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Connors è impegnato in prima fila contro la stigmatizzazione del mondo del cinema nei confronti dei membri della comunità nomade irlandese.

Si tratta dei così detti Pavee, una popolazione gitana di origine anglosassone, raccontata anche nel film “Snatch – Lo strappo” del regista Guy Ritchie, che viene spesso discriminata per il suo stile di vita poco ortodosso.

In occasione della premiazione per gli Irish Film and Television Awards (Ifta), Connors ha ricevuto il premio come miglior attore protagonista per il suo ruolo nel film “Cardboard Gangsters”.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook 

Questo è il trailer ufficiale del film.

L’attore è salito sul palco per pronunciare il suo discorso, cominciando dal “ringraziare il Bai, Tv3 e The Irish Film Board”.

Ma subito è tornato sui suoi passi: “No, aspettate! L’Irish Film Board non ci ha finanziato. Ci hai delusi! Com’era? Oh aspetta. Non hai capito il nostro approccio”, ha detto polemicamente.

Il film “Cardboard Gangsters”, diretto da Mark O’Connor, è stato uno dei più grandi successi al botteghino irlandese del 2017.

Il film è incentrato su un gruppo di ragazzi di Dublino che inseguono il sogno di fare la vita dei gangster.

I grandi incassi e le ottime critiche hanno fatto sì che la pellicola fosse acquistata da Netflix che l’ha resa disponibile per lo streaming sulla propria piattaforma.

Connors ha criticato L’Irish Film Board per la sua riluttanza nel lavorare al progetto, dichiarando che per questo il cast e la troupe di “Cardboard Gangsters” si stanno facendo grosse risate.

“Beh, abbiamo avuto un approccio interessante vincendo premi in tutto il mondo ed essendo il più grande successo al botteghino dell’anno. Non è importante per me, ma per te è importante (rivolto alla Irish Film Board) e non puoi ottenere credito per quello”, ha detto.

La mancanza di diversità nel mondo dell’arte irlandese non è un segreto, con Connors che si è rivolto al pubblico, composto dai grandi nomi del cinema del paese, dichiarando che questo è un grande momento non è solo per lui, ma per tutta la sua comunità.

“Questo è un grande momento per me: sette anni e mezzo fa, ero seduto nella mia casa di Darndale in una piccola camera da letto nell’oscurità mentre contemplavo il suicidio”.

“Pensavo che non ci fosse via d’uscita fino a quando mio fratello Joe mi ha contattato. Mi ha suggerito di recitare, e non so perché, ma quello è stato un momento di luce”.

Questo è il video del discorso di John Connors durante la sua premiazione agli Irish Film and Television Awards.