Me
Chi sono i dieci finalisti candidati a “persona dell’anno” del Time
Condividi su:
Il leader della Corea del Nord Kim Jong Un mentre osserva il missile balistico che sta per essere lanciato. Credit. Afp

Chi sono i dieci finalisti candidati a “persona dell’anno” del Time

Tra conferme e sorprese, ecco la rosa dei dieci finalisti all'ambito premio alla sua novantesima edizione

06 Dic. 2017
Il leader della Corea del Nord Kim Jong Un mentre osserva il missile balistico che sta per essere lanciato. Credit. Afp

Il 6 dicembre verrà annunciato il vincitore del titolo di “Persona dell’anno 2017”, il premio indetto dalla prestigiosa rivista Time.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Si tratta della 90esima edizione del premio che lo scorso anno è stato vinto da Donald Trump, un mese dopo aver vinto le elezioni presidenziali. Anche quest’anno, tra polemiche mediatiche, il magnate è in lizza per il titolo insieme ad alcuni noti noti.

Questa la rosa dei dieci finalisti:

• Jeff Bezos

Jeffrey Preston Bezos, nato a Jorgensen, è un imprenditore statunitense, fondatore, presidente e Ad di Amazon.com, la più grande società di commercio elettronico al mondo. Quest’anno è stateo eletto da Forbes l’uomo più ricco del mondo (scalzando Bill Gates)

• The dreamers

I cosiddetti “sognatori”, ovvero le migliaia di giovani immigrati senza documenti che rischiano di essere espulsi dagli Stati Uniti a causa delle politiche di Trump. Si ricorda il programma (Deferred Action for Child) creato per loro da Barack  Obama.

• Patty Jenkins

È la prima donna regista ad aver realizzato un film che ha incassato più di 100 milioni di dollari nel primo weekend nelle sale, ossia Wonder Woman.

• Kim Jong-Un

“The Rocker Man”, il soprannome datogli da Trump, ha conquistato le prime pagine di tutti i giornali del mondo per i test missilistici fatti dal suo regime e per le sue minacce di una nuova imminente guerra con il mondo occidentale.

• Colin Kaepernick

È il giocatore di football americano che ha dato inizio alla protesta durante l’esecuzione dell’inno prima delle partite, che è stata più volte ferocemente contestata da Trump. Non è riuscito a trovare un ingaggio dopo aver lanciato una protesta nazionale contro il razzismo e la brutalità della polizia inginocchiandosi durante l’inno nazionale.

• Il movimento #MeToo 

Il movimento, nato dopo le rivelazioni e le accuse contro il produttore Harvey Weinstein, con il quale molte donne hanno potuto denunciare le molestie sessuali e le aggressioni subite nella loro vita

• Robert Mueller

È il procuratore speciale che indaga sulle interferenze russe nelle elezioni statunitensi e le possibili collusioni con lo staff di Trump. Ha avuto un ruolo chiave nelle vicende che girano intorno al Russiagate.

• Principe Mohammed bin Salman

Il principe della corona saudita, Mohammed bin Salman, figlio del re saudita Salman, si è reso protagonista di una campagna contro la corruzione nel paese per rafforzare il suo potere. Ha fatto arrestare noti uomini d’affari e membri della famiglia reale.

• Donald Trump

Il Presidente degli Stati Uniti d’America è pronto per il bis. Già nominato “persona dell’anno” nel 2016 e tra i papabili per la riconferma. Anche se, su twitter, ha già rifiutato questa possibilità scatenando reazioni che sono già virali.

• Xi Jinping

Il presidente cinese ha tutte le carte in regola per vincere. È stato il vero protagonista del Congresso del Partito Comunista ricevendo un secondo mandato quinquennale. È stato persino inserito nella Costituzione del partito aumentando la sua leadership dentro e fuori la Cina.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus