Me

Siria, caccia dell’aviazione israeliana hanno bombardato una base iraniana a sud di Damasco

Il raid è stato compiuto dallo spazio aereo libanese e ha preso di mira installazioni vicino alla cittadina di al Kiswa, a circa 13 chilometri da Damasco

Immagine di copertina

Nella notte tra l’1 e il 2 dicembre, alcuni caccia istraeliani hanno colpito una “postazione militare iraniana in costruzione nei pressi della capitale siriana Damasco”, secondo quanto hanno riferito dal quotidiano israeliano Haaretz online, media vicini al regime di Bashar al-Assad.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Secondo le fonti, il raid è stato compiuto dallo spazio aereo libanese e ha preso di mira installazioni vicino alla cittadina di al Kiswa, a circa 13 chilometri da Damasco.

Ieri, la tv di Hezbollah, al Manar, aveva dato notizia di voli israeliani nel sud del Libano.

Secondo Sky news Arabia, la contraerea di Damasco avrebbe risposto al fuoco israeliano, intercettando tre missili.

L’azione militare giunge dopo segnali di distensione. Il presidente siriano Bashar al-Assad avrebbe avanzato un’offerta ad Israele, con la mediazione russa: una zona militarizzata, e senza presenza di Hezbollah e consiglieri iraniani, profonda 40 km a partire dal Golan.

Quattro giorni fa il ministro della Difesa israeliano, Avigdor Lieberman, aveva dichiarato che non riteneva ci fossero militari iraniani in Siria, solo consiglieri, anche se aveva ammonito che era la politica di influenza dell’Iran nella regione il “vero pericolo”.