Me

La polizia spagnola ha fermato un secondo attentato vicino Barcellona

Nelle prime ore di venerdì 18 agosto, un nuovo attacco terroristico ha colpito la cittadina di Cambrils, in Catalogna

Immagine di copertina

Dopo l’attentato terroristico avvenuto alle 17:00 nella parte alta delle Ramblas, nel cuore di Barcellona, un nuovo attacco è stato compiuto a Cambrils, città catalana che si trova a 120 chilometri a sud di Barcelona.

Intorno all’una di notte del 18 agosto, sei persone e un agente sono rimasti feriti e cinque attentatori sono stati uccisi durante uno scontro a fuoco con la polizia che ha sventato il secondo attacco.

Gli attentatori indossavano finte cinture esplosive e hanno provato a lanciarsi con un’auto contro la folla nell’area pedonale del lungomare, ma sono stati bloccati dalla polizia che ha fermato la vettura dei terroristi, facendola ribaltare.

Secondo la Bbc che cita fonti di polizia locali i terroristi hanno cercato di fuggire a piedi dopo essere usciti dal veicolo.

Ne è seguito un confitto a fuoco durante il quale gli agenti hanno sparato uccidendo i quattro presunti “perpetratori” e ferendone un quinto, morto successivamente.

La polizia afferma che la situazione a Cambrils è ora sotto controllo.

Le forze di polizia locali hanno dichiarato che gli attentatori erano in collegamento con i terroristi responsabili del precedente attacco avvenuto a Barcellona.

Oltre i cinque terroristi neutralizzati, al momento non si conosce il numero esatto dei morti e le condizioni delle persone che sono rimaste ferite durante questo secondo attacco.

Nel tweet postato da un testimone il video in cui si sentono gli spari tra la polizia spagnola e gli attentatori: