Me

Le ragazze cinesi che vivono la propria vita in una continua diretta streaming

Cantano, mangiano e flirtano virtualmente con uomini davanti alla telecamera dei loro pc e smartphone. Sono sempre di più e lo fanno per guadagnare soldi e diventare famose

Immagine di copertina
Una ragazza impegnata in uno streaming per l'agenzia Three MInute Tv. Credit: Damir Sagolj

Ogni giorno milioni di ragazze cinesi passano ore in diretta streaming, sia da computer che dai propri dispositivi mobili. Non si tratta solamente di live chat, né tantomeno di siti erotici: la nuova tendenza è quella di condividere in diretta qualsiasi azione quotidiana.

Le ragazze tramite questi siti hanno modo di parlare con i propri utenti, cantare canzoni con loro e condividere virtualmente i pasti.

Alla base della crescita di questo fenomeno sta la volontà di diventare famose e la possibilità di guadagnare soldi facile.

Da una stima del 2016, questo genere di attività ha prodotto un gettito di 30 miliardi di yuan – circa 4,3 miliardi di dollari. Mentre da una ricerca effettuata sui dati del mese di dicembre 2016, risultavano essere 344 milioni i cinesi che avevano frequentato un sito di streaming.

Attualmente sono presenti 150 piattaforme che producono queste tipologie di show. Differenti società supportano le ragazze, come la Tencent e la Three Minute TV, un’agenzia di talent che forma i giovani presentatori del web e si occupa anche di prestiti bancari per eventuali interventi estetici.

– LEGGI ANCHE: Le studentesse giapponesi che si prostituiscono in uniforme scolastica

La bellezza fisica è uno dei requisiti fondamentali per il successo online.

“Voglio che mi guardino sempre più persone e che spendano il proprio denaro su di me”, spiega Jing Qi, una presentatrice part-time sulla piattaforma live Hujiao, che permette di convertire parte dei soldi guadagnati online in valuta reale.

La giovane di 27 anni, per raggiungere i propri obiettivi, si è sottoposta a cinque ore di rinoplastica e iniezioni facciali. Nonostante il difficile e lungo recupero, ha ammesso che provare tanta sofferenza abbia funzionato per il suo business.

Le star del live-streaming impegnano i loro fan parlando, cantando, flirtando e incoraggiandoli a inviare regali virtuali. I soldi necessari all’acquisto sono messi a disposizione direttamente dall’agenzia che gestisce la piattaforma, attraverso la conversione degli Yuan in moneta virtuale.

Le ragazze cercano di creare l’illusione di “intimità”, anche attraverso set e background che si rifanno a camere da letto, con lo scopo di far sentire i propri clienti a casa.

Il governo cinese ha cercato di regolare la diffusione dei contenuti mostrati da queste piattaforme. Nel luglio del 2016 sono stati sospesi più di quattromila spettacoli e condannati circa 18mila live streamer, citati per oscenità e istigazione alla pubblicazione di contenuti illegali.

Nonostante questo tipo di interventi, il fenomeno continua a crescere e sono sempre di più le giovani che cercano di conquistare la fama online.