Me

Due adolescenti sono stati ritrovati dopo tre giorni nelle catacombe di Parigi

È un’abitudine diffusa presso alcune sottoculture urbane quella di entrare di nascosto nelle catacombe della città, dove già in passato sono state scoperte feste e raduni di giovani

Immagine di copertina
Un'immagine delle catacombe di Parigi. Credit: Reuters

Due adolescenti di sedici e diciassette anni sono stati ritrovati oggi 14 giugno dai vigili del fuoco di Parigi nei cunicoli sotterranei che compongono le catacombe della città, dove i due si trovavano da tre giorni.

I vigili della capitale francese sono stati avvertiti nella notte intorno alle 2:30 del mattino dopo che negli ultimi giorni non si avevano notizie dei due ragazzi, e dopo circa quattro ore di ricerche sotto la superficie del suolo con l’ausilio di unità cinofile i due ragazzi sono stati ritrovati.

I due erano deboli e soggetti a ipotermia, ma complessivamente in buone condizioni, e sono stati portati in ospedale per una serie di accertamenti.

Al di fuori dei tour turistici regolarmente autorizzati, è vietato introdursi nei cunicoli che si snodano sotto buona parte della città, e che ospitano i resti di sei milioni di parigini trasferiti tra la fine del Diciottesimo e la metà del Diciannovesimo secolo.

È però un’abitudine diffusa presso alcune sottoculture urbane quella di entrare di nascosto nelle catacombe, dove già in passato sono state scoperte feste e raduni di giovani. Anche se ancora non si conoscono i dettagli di come i due si siano persi nel sottosuolo, l’ipotesi principale è proprio che siano entrati di nascosto senza essere aggregati a un gruppo autorizzato con guida.