Me
Secondo la Casa Bianca Trump va d’accordo con Merkel e ha grande rispetto per lei
Condividi su:

Secondo la Casa Bianca Trump va d’accordo con Merkel e ha grande rispetto per lei

Dopo vertice Nato e G7 la cancelliera tedesca aveva definito gli Stati Uniti inaffidabili per l'Ue. Trump ha risposto criticando la Germania per le sue spese militari

27 Apr. 2018

La Casa Bianca prova a spegnere le polemiche tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e la cancelliera tedesca Angela Merkel. Trump e Merkel “vanno d’accordo” e hanno forti relazioni, assicura il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer, rispondendo a una domanda sulle presunte frizioni tra i due leader.

Merkel, dopo il vertice Nato di Bruxelles e il G7 di Taormina, aveva dichiarato che l’Unione europea non può fare più affidamento sugli Stati Uniti né sul Regno Unito dopo la Brexit. Trump ha replicato in un tweet criticando la Germania per le sue scarse spese militari e per il suo surprlus commerciale.

Secondo quanto dichiarato da Spicer, il presidente Trump vede la Germania come un importante alleato e ha “molto rispetto” per Merkel.

L’inquilino della Casa Bianca, inoltre, vede “non solo la Germania ma anche il resto dell’Europa com un importante alleato statunitense”.

Il portavoce della Casa Bianca è tornato anche sull’incontro avvenuto tra il presidente degli Stati Uniti e Papa Francesco in Vaticano, durante la visita di Trump a Roma. Un confronto definito “molto produttivo” da Spicer, che ha tenuto a sottolineare come nel colloquio sia stato affrontato anche il tema della lotta al sedicente Stato Islamico.

Trump, intanto, incontrerà il 30 maggio due candidati alla guida dell’Fbi, tra cui l’ex vicedirettore John Pistole, dopo la decisione di licenziare l’ormai ex capo del Bureau. James Comey.

Sul fronte delle indagini relative al Russiagate, invece, Spicer ha rassicurato che Jared Kushner, genero e consigliere di Trump, desidera condividere le sue informazioni sugli incontri con i russi. Negli scorsi giorni Kushner era stato indicato come oggetto d’interesse dall’Fbi nelle indagini sul caso dei rapporti tra lo staff di Trump e i diplomatici russi.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus