Me

La Svezia ha messo in affitto l’intera nazione su Airbnb

Il paese scandinavo ha collaborato con la piattaforma di affitti online per promuovere il suo territorio con una nuova campagna pubblicitaria

Immagine di copertina

“La Svezia non ha torri Eiffel. Niente cascate di Niagara o Big Ben. Neppure una piccola Sfinge. La Svezia ha qualcosa di diverso: la libertà di vagabondare. Questo è il nostro monumento”.

Esordisce con queste parole la pagina di promozione del turismo svedese visitsweden.com, che ha recentemente avviato una partnership con la compagnia di affitti online Airbnb per attrarre visitatori in tutto il paese, intendendo la parola “tutto” in senso letterale.

In Svezia esiste un diritto costituzionale chiamato allemansrätten, traducibile come “il diritto di tutti” ed equivalente alla libertà di accedere, camminare, andare in bicicletta o accamparsi in qualsiasi luogo della nazione, a eccezione delle proprietà private.

Si tratta di un diritto che proprio nei paesi nordici sopravvive in forma pura rispetto a molti altri paesi del mondo, e che ha pochissime limitazioni eccetto il non danneggiare, disturbare e danneggiare la fauna selvatica o le colture locali.

Ecco quindi che sul sito di Airbnb sono presenti una decina di luoghi immersi nella natura, senza tracce di presenza umana, che vengono “offerti” ironicamente come se fossero diverse parti di un’unica “casa”, ovvero la madrepatria svedese.

“Questa è la mia casa: ho circa 100 milioni di acri di terra tutta mia”, dice il video realizzato per promuovere la campagna. “Bè, la condivido con altri 10 milioni di persone, ma è molto spaziosa. Piscine enormi, terrazze, viste panoramiche…”, mentre sullo schermo scorrono immagini di splendidi laghi, scogliere e i bagliori dell’aurora boreale.

Questo il video, e per chi voglia programmare un viaggio in Svezia, è possibile informarsi sul sito di Airbnb o sul sito di promozione del turismo svedese: