Me

Le farmacie in Uruguay inizieranno a vendere cannabis per uso ricreativo

Gli uruguaiani saranno i primi al mondo a poter comprare questa droga nelle farmacie per uso ricreativo, ma solo dopo essersi iscritti in un registro nazionale

Immagine di copertina

A partire da luglio 2017, in Uruguay sarà consentito acquistare legalmente la cannabis nelle farmacie. Il paese sudamericano sarà così il primo al mondo a vendere droga per uso ricreativo.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

“La cannabis sarà distribuita nelle farmacie a partire da luglio” ha affermato in una conferenza stampa l’assistente presidenziale Juan Andres Roballo.

La legge richiede agli acquirenti di iscriversi in un registro nazionale che sarà funzionante a partire dal 2 maggio. Alcuni uruguaiani si sono però lamentati di questa procedura, considerandola un’invasione della propria privacy.

Gli iscritti, che dovranno essere necessariamente cittadini uruguaiani o residenti permanenti, potranno acquistare fino a un massimo di 40 grammi al mese. Il prezzo sarà di circa 1 euro al grammo, e la marijuana venduta proverrà direttamente da campi statali supervisionati.

Sarà inoltre consentito coltivare cannabis nella propria abitazione, e iscriversi ai club cooperativi che la producono.

Nel dicembre 2013 l’Uruguay aveva approvato la legge che legalizzava la produzione e la vendita di cannabis, registrando così l’aumento di club formati da coltivatori. In base alla normativa, ogni membro del club poteva  produrre non più di 480 grammi di cannabis ogni anno, ma i campi coltivati dovevano situarsi a più di 150 metri da scuole, college e centri di riabilitazione da droghe.

Il governo ha portato avanti l’accordo con 16 farmacie, ma spera di poter fare di più.

Roballo ha spiegato che verrà creata una campagna per la salute prima che il registro sia aperto. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata