Me

Lo speaker della Camera Ryan avverte Trump: “Non ci sono i voti per la riforma della sanità”

La Casa Bianca non è più fiduciosa di riuscire a far approvare la misura che sostituirebbe l'Obamacare. Il voto è previsto nella serata italiana

Immagine di copertina

Lo speaker della Camera, Paul Ryan, è andato alla Casa Bianca per comunicare al presidente degli Stati Uniti Donald Trump che tra i repubblicani non ci sono i voti sufficienti per varare la nuova riforma sanitaria. A riportarlo è la Cnn. Il voto è previsto per venerdì 24 marzo.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Dopo un primo momento di ottimismo, la Casa Bianca si è detta non più fiduciosa di riuscire ad approvare il provvedimento. Il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer, aveva prima affermato che si era “sempre più vicini” al numero di voti necessari (216) per far passare la riforma sanitaria.

Poco dopo, Spicer ha fatto sapere che Trump è convinto di aver fatto tutto ciò che era possibile per l’approvazione della riforma sanitaria, ma “non si può costringere la gente a votare, non è una dittatura”. 

Il portavoce della Casa Bianca ha annunciato che la votazione per abolire e sostituire l’Obamacare è prevista per le 15:30 ora statunitense, le 20:30 in Italia.

Ryan era andato da Trump per capire quale linea seguire e quali sarebbero stati i passi successivi in vista del voto. Trump e Ryan continuano comunque a lavorare a stretto contatto per trovare i voti.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata