Me

Il partito Conservatore britannico multato per aver violato le regole sulle spese elettorali

Il partito della premier Theresa May dovrà pagare 85mila dollari per alcune carenze nelle dichiarazioni delle spese del 2014 e del 2015

Immagine di copertina

Il partito Conservatore britannico, conosciuto come Tories, ha ricevuto una multa da circa 85mila dollari (70mila sterline) per aver violato le regole relative alle spese elettorali. A riferirlo è la commissione elettorale del Regno Unito.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

La multa, la più alta di questo genere, è stata comminata al partito della premier Theresa May dopo che la commissione ha trovato “carenze significative” nel report sulle spese durante le campagne elettorali del 2014 e del 2015. Secondo quanto scrive l’agenzia Ansa i Tories non avrebbero dichiarato spese per 275mila sterline. 

Alcune informazioni fornite dal partito erano incomplete o non accurate e non erano conformi alle regole previste per le campagne elettorali locali e nazionali. La commissione ha riferito su questa vicenda alla polizia metropolitana di Londra.

Il Regno Unito prevede un tetto di spese per le campagne elettorali a livello locale diverse da quelle riguardanti le elezioni nazionali. 

Il partito Conservatore ha dichiarato che si tratta della prima volta che ricevono una multa a causa di un “errore” nella dichiarazione delle spese elettorali.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata