Me

L’esercito iracheno attacca l’aeroporto di Mosul

Prosegue l'avanzata delle forze di sicurezza irachene per la conquista della parte occidentale della città controllata dall'Isis

Immagine di copertina

Le forze di sicurezza irachene hanno preso d’assalto l’aeroporto principale di Mosul e la vicina base militare di al-Ghazlani, nella periferia sud della città, giovedì 23 febbraio.

Lo ha riportato la televisione di Stato irachena, al-Iraqiya.

L’assalto giunge nel corso dell’offensiva che l’esercito iracheno, appoggiato dagli Stati Uniti, ha avviato il 19 febbraio per riprendere possesso della parte occidentale di Mosul, la seconda città dell’Iraq per popolazione dopo la capitale Baghdad, dal giugno 2014 sotto il controllo dell’Isis e vera roccaforte del sedicente Stato Islamico in Iraq.

Nel gennaio 2017 le truppe irachene erano riuscite a riprendere il controllo di tutta la parte orientale di Mosul, situata a est del fiume Tigri.

La conquista dell’aeroporto e della vicina base militare consentirebbe all’esercito iracheno di utilizzare entrambi i siti come piattaforme di lancio per proseguire l’avanzata nella parte occidentale della città.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**