Me

Mugabe compie 93 anni e rilancia la sua candidatura alla guida dello Zimbabwe

“Solo il mio partito può chiedermi di lasciare e lo farò soltanto in quel caso”, ha detto il presidente che è già candidato per le presidenziali del 2018

Immagine di copertina

Il presidente dello Zimbabwe, Robert Mugabe, festeggia il suo 93esimo compleanno e ribadisce la sua determinazione nel voler continuare a governare il suo paese. 

Il suo partito ha già confermato la ricandidatura di Mugabe per le presidenziali del 2018. “Solo il mio partito – ha detto il presidente – può chiedermi di lasciare e lo farò soltanto in quel caso. Credo però che la maggioranza dei concittadini sia convinta che non ci sia un successore accettabile ai loro occhi”.

Per l’occasione – i festeggiamenti si terranno sabato 25 febbraio – Mugabe avrà al suo fianco, in una cerimonia privata, i ministri del suo governo e i più stretti collaboratori. Un grande banchetto sarà offerto ai militanti del partito del presidente, lo Zanu-PF, nel parco naturale di Matopos, alla periferia della seconda città del paese, Bulawayo.

Mugabe, nato il 21 febbraio del 1924, è stato alla guida del movimento di decolonizzazione e poi del suo paese dal momento della indipendenza nel 1980. 

“Anche da cadavere sarà sulla scheda elettorale e vedrete che la gente voterà lo stesso per lui”, aveva detto pochi giorni fa la moglie ribadendo che Mugabe non ha alcuna intenzione di lasciare la guida del suo paese. 

Da parte sua, Mugabe in un’intervista ha affermato che sua moglie Grace è stata scelta a capo dell’ala femminile del partito, rilanciando anche le ambizioni politiche della consorte. 

Durante l’intervista, il presidente dello Zimbabwe ha parlato anche di Donald Trump: “Dategli tempo – ha detto riferendosi al presidente degli Stati Uniti –. Potrebbe anche rivedere le sanzioni allo Zimbabwe“.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**