Me

Fillon potrebbe ritirarsi dalla corsa alle presidenziali francesi se dovesse essere indagato

Il candidato di centrodestra è al centro delle polemiche per l'accusa secondo la quale la moglie sarebbe stata pagata per un lavoro fittizio da assistente parlamentare

Immagine di copertina

Francois Fillon ha annunciato che si ritirerà dalla corsa per le presidenziali francesi se sarà penalmente indagato.

Fillon, il candidato di centrodestra per la corsa all’Eliseo, è al centro di una tempesta mediatica per l’accusa secondo la quale la moglie, Penelope Fillon, è stata pagata per anni per un lavoro da assistente parlamentare che non avrebbe mai svolto.

La moglie, secondo i media francesi, sarebbe stata assistente parlamentare di suo marito quando era deputato, ma secondo Fillon non vi era nulla di improprio o illegale circa il lavoro della compagna. 

Il settimanale satirico Le Canard Enchaine sostiene che Penelope Fillon abbia guadagnato circa 500mila euro come assistente del marito in parlamento, ma non vi sarebbe alcuna prova che lei abbia effettivamente svolto quel lavoro. Inoltre avrebbe ricevuto un compenso di 100mila euro per un lavoro editoriale fornito da un amico miliardario del marito.

L’inchiesta del giornale ha spinto i pubblici ministeri francesi ad aprire un’indagine. 

Parlando al principale telegiornale francese, TF1, Fillon ha detto che avrebbe sporto denuncia contro Le Canard Enchaine, esprimendo il suo disgusto per il caso, dicendo che tutto ciò ha solo rafforzato la sua determinazione a combattere per la presidenza francese.

“Mia moglie lavora per me da sempre, da quando sono stato eletto per la prima volta nel 1981”., ha dichiarato Fillon, aggiungendo che per la maggior parte del tempo ha svolto il lavoro gratis. “Solo una cosa mi impedirebbe di essere ancora un candidato: il fatto che il mio onore ne risenta o il fatto che io sia sottoposto a indagine formale”.

Questo lavoro includeva la correzione dei discorsi, il ricevere visitatori importanti, la rappresentanza alle riunioni, un lavoro “reale, legale e perfettamente trasparente”, ha aggiunto il candidato di centro destra. 

“La domanda è perché, se mia moglie è pagata dal 1997, questa storia sta venendo fuori solo adesso, due mesi e mezzo prima delle elezioni? Chiaramente questo è un modo per cercare di farmi fuori come candidato alla presidenza”, ha affermato il candidato del centrodestra delle presidenziali.

Nel tentativo di porre fine alla storia in modo rapido, Fillon ha incaricato il suo avvocato di fornire documenti al procuratore smentendo le affermazioni, ma ha detto di non voler rilasciare nulla al “tribunale dei media”.

Gli analisti francesi credono che la questione del lavoro fittizio della moglie di Fillon potrebbe rivelarsi dannosa per un candidato che ha sempre dipinto se stesso come onesto e moralmente irreprensibile, compromettendone la sua campagna elettorale. 

Fillon è il candidato favorito per le elezioni presidenziali, e i suoi principali sfidanti sono la leader del Front National Marine Le Pen e il centrista Emmanuel Macron. 

— LEGGI ANCHE: Chi è Francois Fillon

— LEGGI ANCHE: Chi è Marine Le Pen