Me

Il Messico non pagherà per il muro di Trump

In un messaggio alla nazione il presidente Pena Nieto ha ribadito che si rifiuta di finanziare la barriera anti immigrati voluta dal presidente statunitense

Immagine di copertina

Dopo che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo per autorizzare la costruzione del muro anti immigrati al confine con il Messico, il presidente messicano Enrique Pena Nieto ha detto in un messaggio alla nazione mercoledì 25 gennaio 2017 che non ha intenzione di finanziarne la costruzione.

“Il Messico non crede nei muri”, ha dichiarato Pena Nieto. Il presidente messicano dovrebbe incontrare Trump il 31 gennaio e ha fatto sapere che il vertice “per adesso” è ancora in programma.

Ieri Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo per destinare fondi pubblici federali all’edificazione del muro promesso durante la campagna elettorale per limitare l’immigrazione clandestina negli Stati Uniti, che nelle sue intenzioni avrebbe dovuto essere rimborsato dal Messico.

“L’ho già detto più volte, il Messico non pagherà per nessun muro”, ha dichiarato il presidente messicano. “Mi rammarico e condanno la decisione degli Stati Uniti di continuare la costruzione di un muro che per anni ci ha divisi al posto di unirci”.

La costruzione della barriera al confine meridionale degli Stati Uniti era uno dei punti chiave del programma presentato da Trump in campagna elettorale.

— LEGGI ANCHE: Quanto costerebbe il muro di Trump tra Stati Uniti e Messico

— GUARDA ANCHE: Tijuana-San Diego: com’è la vita lungo il confine che oggi separa le due americhe

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**