Me

Il ragazzo che si è fatto un selfie con Nick Cave e poi ha chiesto a Twitter chi fosse

Un ventunenne neozelandese, James Malcolm, era nella sala d'aspetto di un aeroporto e non ha resistito a chiedere una foto, pur non conoscendo il cantante

Immagine di copertina

James Malcolm, 21 anni, è un ragazzo neozelandese che sta ottenendo una certa notorietà involontaria in rete per un aver postato su Twitter un selfie chiedendo ai suoi followers se sapessero il nome della celebrità accanto a lui, visto che lui non ne aveva idea.

Si trattava di Nick Cave, 59 anni, cantautore e rocker australiano noto sin dagli anni Ottanta, quando era il leader dei Bad Seeds, e poi autore di moltissimi album acclamati dalla critica e da un folto stuolo di fan. Almeno una sua canzone è arrivata anche alle orecchie meno attente al rock, quando nel 2011 il suo pezzo O Children ha fatto da sottofondo a una scena di Harry Potter e i doni della morte.

Nonostante questo, Malcolm evidentemente non conosceva la sua musica (la sua maglietta di Miley Cyrus sembrerebbe favorire questa ipotesi), ma quando si è reso conto che, nella sala d’aspetto di un aeroporto, molte persone lo avvicinavano per chiedergli autografi, ha sentito l’esigenza di imitarli “per non sentirsi escluso”.

Così ha chiesto al noto cantante una foto. Nonostante sia noto per essere solitamente cupo e tenebroso, Cave appare incredibilmente sorridente e apparentemente amabile nello scatto, forse anche per la strana coppia formata con il ragazzo dallo sguardo innocente.

Poi James ha postato lo scatto sul suo profilo Twitter con la didascalia: “Qualcuno sa chi è? La gente continua chiedergli di firmare la loro maglietta”.

Ovviamente, una volta che la notizia ha incominciato a girare, in molti hanno scherzato sul post, e il suo profilo è stato sommerso di commenti ironici. Ad aumentare la sorpresa del ragazzo, il fatto che abbia scritto il post appena prima di imbarcarsi su un aereo, e quando ha riacceso il telefono alla fine del viaggio, il suo tweet aveva fatto il giro del mondo.