Me

Dopo la vittoria di Trump, Newsweek ritira 125mila copie con Hillary Clinton in copertina

I numeri della rivista erano stati consegnati alle edicole in anticipo. Sotto il volto della candidata democratica campeggiava la scritta Madam President

Immagine di copertina

Più di 120mila di copie speciali di Newsweek con il volto di Hillary Clinton in copertina e la scritta a caratteri cubitali Madam President (Signora Presidente) sono state ritirate dagli scaffali e dalle edicole del paese, dopo la disfatta della candidata democratica.

Le copie cartacee della rivista patinata di analisi e approfondimenti politici erano state distribuite nella giornata di martedì, in largo anticipo rispetto agli esiti di queste elezioni tutt’altro che scontate.

Neanche 12 ore dopo, con l’annuncio della vittoria di Donald Trump, le migliaia di copie sono state immediatamente ritirate. Ma la brutta figura era già stata fatta.

“Come tutti gli altri, abbiamo sbagliato”, ha commentato Tony Romando, amministratore delegato di Topix Media, il partner di Newsweek che stampa i numeri speciali della rivista. 

Dal 2012, Newsweek ha sospeso l’edizione cartacea affidandosi solo a quella digitale, rilanciata poi nel 2014. Per queste elezioni, aveva deciso di realizzare due numeri dedicandole ai due sfidanti alla Casa Bianca, Trump e Clinton.

Tuttavia, la decisione di procedere alla distribuzione anticipata delle copie recanti il volto della candidata democratica non è stata una buona idea, sia in termini di immagine sia in termini economici, e non sarà facile rimediare.

Secondo Romando, sono state vendute solo 17 riviste delle 125mila stampate e spedite ai negozianti e agli edicolanti. “Tutte le copie in circolazione sono state ritirate, e ora procederemo alla redistribuzione dei numeri con la copertina dedicata a Donald Trump, sperando vadano bene nelle vendite”. 

(Qui sotto il tweet di Newsweek che ritrae le due copertine realizzate e l’immagine che ritrae Hillary impegnata a firmare una copia)