Me

Rio 2016, il giocatore di badminton che dopo la sconfitta si consola con sei McMenù

L'atleta australiano ha postato sui social media la foto di lui che si appresta a mangiare il cibo spazzatura per un totale di 8mila calorie

Immagine di copertina

Subito dopo la cocente sconfitta, Sawan Serasinghe, l’atleta australiano di badminton, ha postato sui suoi profili Instagram e Facebook l’immagine di una tavola imbandita di “cibo spazzatura”, accompagnata da una frase pungente riferita al risultato ottenuto nelle competizioni disputate nei giorni precedenti. “Wow, che settimana è stata a Rio, devo dire che sono deluso dalla partita di oggi!”.

E per consolarsi dopo mesi di cibo salutare e diete bilanciate, l’atleta ha così affogato il dispiacere della sconfitta in ben sei Mc Menù composti da sei hamburger, sei coca-cola, 36 nuggets di pollo, 6 porzioni grandi di patatine fritte e sei brownies, per un totale di 8mila calorie. 

“Ci sarebbe piaciuto concludere la nostra prima Olimpiade con una vittoria contro una coppia molto più forte. Ma adesso non vedo l’ora di tornare a casa e ricominciare ad allenarmi per migliorare. Ringrazio tutti per il supporto ricevuto, ma è arrivato il momento di mangiare un po’ di cibo spazzatura, dopo mesi di cibo sano”, ha scritto ancora Serasinghe. 

La principale catena di ristoranti di fast food nel mondo, che inizialmente aveva deciso di regalare panini agli atleti all’interno del villaggio olimpico, ha poi compiuto un passo indietro limitandone il numero. La ragione? Sembra che molti sportivi eccedessero nelle richieste. 

Qui sotto il post di Sawan pubblicato sul suo account Facebook