Me
Cosa sappiamo finora sulla sparatoria a Monaco
Condividi su:

Cosa sappiamo finora sulla sparatoria a Monaco

Un riassunto semplice e chiaro di quanto sappiamo finora sugli ultimi aggiornamenti dopo lo scontro a fuoco nel centro commerciale di Monaco di Baviera

22 Lug. 2016

Un’operazione della polizia è in corso a Monaco di Baviera, nel sud della Germania, dopo che uno scontro a fuoco in un importante centro commerciale a nord della città ha causato la morte di almeno otto persone. Secondo quanto riporta l’account ufficiale della polizia di Monaco 

– In un comunicato ufficiale, la polizia di Monaco ha dichiarato una “grave situazione terroristica” e ha poi annunciato che “ci aspettiamo diverse vittime”. Per il momento, però, ha dichiarato che l’attentato non è riconducibile a una matrice islamica. Intanto il ministro degli Interni, Thomas de Maizière, ha sospeso il suo viaggio negli Stati Uniti. 

– Gli ospedali hanno messo in atto la procedura d’allarme per un attacco su larga scala. Tutti i medici sono stati richiamati in servizio.

– Secondo quanto riferito dalle autorità, l’assalitore è un 18enne di nazionalità tedesca e iranianaNessuno è stato arrestato finora.

– Sempre sul suo account ufficiale su Twitter, la polizia ha reso noto che una persona coinvolta nella sparatoria si è poi suicidata. 

– Un portavoce della polizia di Monaco ha riferito che 9 persone sono rimaste uccise e 16 altre ferite. Il sistema dei trasporti è stato temporaneamente sospeso e la stazione principale della città bavarese è stata chiusa. Poche ore dopo è stata riaperta.

– Secondo le autorità la sparatoria è incominciata all’esterno di un McDonald del centro commerciale di Monaco. Un video mostra la scena. 

– La polizia ha chiesto alla popolazione locale di evitare i luoghi pubblici. Una testimone, attualmente a Monaco, in contatto con The Post Internazionale ci ha detto: “Mi trovo a Monaco e nel momento della sparatoria mi trovavo in un bar del centro. I baristi ci hanno portato nelle cucine che sono interrate e hanno chiuso tutto. Ora ci sono le guardie speciali per Monaco ma neanche noi sappiamo esattamente cosa sia successo”.

– Secondo la polizia non ci sarebbero stati altri attacchi, come quello che si temeva nel centro della città. 

– Gli abitanti di Monaco stanno aprendo le porte di casa propria, offrendo rifugio alle persone che si trovano in strada per Monaco. Sui social network è stato lanciato l’hashtag ‪#‎OffeneTür‬, ‪#‎apriteleporte‬.

– Anche le moschee di Monaco hanno deciso di aprire le porte per ospitare le persone che si trovano nella città. 

– La città ha dichiarato lo stato d’emergenza. 

– Ulteriori forze speciali militari tedesche sono state inviate a Monaco, secondo quanto riferito dal ministero dell’Interno.

– Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha espresso la propria solidarietà al popolo tedesco.

Qui sotto un video mostra le forze della polizia tedesche che intervengono al centro commerciale di Monaco. 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus