Me

Capire l’Europa

Unione europea, euro, Schengen. Una guida pratica per capire le differenze

Immagine di copertina

Capire l’Europa può risultare complicato. Di seguito, una breve spiegazione dei suoi trattati. Dove si collocano l’Italia e il Regno Unito nel vecchio continente?

Unione europea – L’Unione europea (Ue) è un’unione economica e politica, di cui attualmente ne fanno parte 28 paesi. Nata dopo la Seconda guerra mondiale (1958) con il nome di Comunità economica europea (Cee), è stata creata dai sei paesi fondatori (Germania, Francia, Italia, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo) con lo scopo di ridurre il rischio di conflitti attraverso l’interdipendenza commerciale. Nel 1993 diventa ufficialmente “Unione europea” con il trattato di Maastricht. Le istituzioni principali dell’Ue sono il Consiglio europeo, la Commissione europea e il Parlamento europeo.

Ne fa parte l’Italia? – Sì
Ne fa parte il Regno Unito? – Sì (il referendum sulla Brexit deciderà se continuerà a farne parte)

Area euro – L’area euro (o eurozona) è l’insieme degli stati membri dell’Ue che adottano l’euro come valuta ufficiale (rimangono fuori Regno Unito, Svezia, Danimarca, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia, Bulgaria, Romania, Croazia). Tuttavia, tutti e 28 gli stati membri fanno parte dell’Unione economica e monetaria (Uem), che comporta il coordinamento delle politiche economiche, di bilancio e monetarie dei singoli stati. L’area euro è stata sancita con il Consiglio europeo del dicembre 1991 a Maastricht.

Ne fa parte l’Italia? – Sì
Ne fa parte il Regno Unito? – No

Associazione europea di libero scambio – L’Associazione europea di libero scambio (Efta, dall’inglese European free trade association) è un’orgnizzazione internazionale fondata per promuovere il mercato libero fra stati che non fanno parte dell’Unione europea. Ne fanno parte Norvegia, Svizzera, Islanda, Liechtenstein. Il Regno Unito ne faceva parte fino all’ingresso nella Cee, nel 1972. In passato, ne hanno fatto parte anche Danimarca, Portogallo, Austria, Svezia, Finlandia.

Ne fa parte l’Italia? – No
Ne fa parte il Regno Unito? – No (potrebbe tornare a farne parte in caso di Brexit)

Spazio economico europeo – Lo Spazio economico europeo (See) unisce gli stati membri dell’Unione europea con tre stati dell’Efta su quattro (Islanda, Liechtenstein e Norvegia) in un mercato interno governato dalle stesse regole fondamentali. Le disposizioni dell’Unione europea relative al mercato comune vengono estese anche ai paesi dell’Efta, tranne la Svizera.

Ne fa parte l’Italia? – Sì
Ne fa parte il Regno Unito? – Sì

Unione doganale dell’Ue – L’Unione doganale dell’Unione europea ha abolito nel 1958 i dazi alle frontiere, quindi le merci possono circolare liberamente fra gli stati membri. Inoltre, l’Unione doganale ha sancito un sistema uniforme di dazi sulle importazioni dai paesi non-Ue. Accordi di unione doganale sono stati stipulati dall’Ue anche con Turchia, Andorra e San Marino.

Ne fa parte l’Italia? – Sì
Ne fa parte il Regno Unito? – Sì

Spazio Schengen – Il trattato di Schengen, firmato il 14 giugno del 1985, ha sancito una serie di norme (acquis di Schengen) che hanno portato all’abolizione dei controlli alle frontiere interne all’Unione europea e alla creazione del cosiddetto “spazio Schengen”, favorendo la libera circolazione delle persone. Lo spazio Schengen è costituito da 22 stati membri dell’Ue (tutti, tranne Regno Unito, Irlanda, Romania, Bulgaria, Repubblica di Cipro, Croazia), più Svizzera, Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

Ne fa parte l’Italia? – Sì
Ne fa parte il Regno Unito? – No

Consiglio d’Europa – Il Consiglio d’Europa è un’organizzazione internazionale non facente parte dell’Unione europea, il cui scopo è la difesa dei diritti umani. Tuttavia, l’Ue si serve regolarmente delle norme e delle attività di monitoraggio del Consiglio d’Europa. Ne fanno parte 47 stati europei, fra cui tutti i 28 stati membri dell’Ue.

Ne fa parte l’Italia? – Sì
Ne fa parte il Regno Unito? – Sì