Me

In Brasile la polizia dà la caccia a 30 uomini che hanno stuprato una ragazza

Solo alcuni giorni dopo si è scoperto che era stato pubblicato un video dello stupro su Twitter. Il video di 40 secondi è stato ampiamente visualizzato e condiviso

Immagine di copertina

La polizia brasiliana dà la caccia a più di trenta persone sospettate di aver violentato una ragazza adolescente a Rio de Janeiro. Questi sono anche ritenuti responsabili di aver diffuso il video dell’aggressione sui social media.

Tra i mandati di arresto emessi anche uno nei confronti del fidanzato della ragazza. 

La vicenda ha provocato una campagna di indignazione online contro quello che gli attivisti chiamano una diffusa “cultura della violenza” in Brasile.

Non vi è ancora una versione certa dell’accaduto, ma la ragazza aveva riferito di essere andata a casa del suo ragazzo in una comunità povera di Rio durante il fine settimana in cui l’aggressione ha avuto luogo.

Secondo quanto ha raccontato alla polizia, si sarebbe svegliata nuda e ferita. Solo alcuni giorni dopo si è scoperto che era stato pubblicato un video dello stupro su Twitter. Il video di 40 secondi è stato ampiamente visualizzato e condiviso, scatenando un’ondata di commenti misogini prima di essere rimosso

I gruppi di attivisti per i diritti delle donne hanno indetto proteste nei prossimi giorni. 

Il gruppo delle Nazioni Unite UN Women ha rilasciato una dichiarazione che chiede alle autorità di indagare sul caso, ma di rispettare la vittima non invadendo la sua privacy.