Me
Un adulto su cinque sarà obeso entro il 2025
Condividi su:

Un adulto su cinque sarà obeso entro il 2025

Lo studio di The Lancet, che ha analizzato 186 paesi del mondo, ha rivelato che nel 1975 c’erano 105 milioni di obesi, nel 2014 il loro numero è arrivato a 641 milioni

01 Apr. 2016

Nel mondo ci sono più obesi che persone sottopeso. Lo rivela uno studio dell’Imperial College di Londra, pubblicato su The Lancet, secondo il quale l’obesità è triplicata negli uomini e più che raddoppiata nelle donne, dal 1975 al 2014. Lo studio ha analizzato l’indice di massa corporea in 20 milioni di adulti.

L’autore, Majid Ezzat, ha detto che siamo in presenza di una “epidemia di obesità grave” e ha invitato i governi ad agire.

Lo studio, che ha analizzato 186 paesi del mondo, ha rivelato che nel 1975 c’erano 105 milioni di obesi, nel 2014 il loro numero è arrivato a 641 milioni. 

Nello stesso periodo di tempo, il numero di persone sottopeso è salito da 330 a 462 milioni. 

Il tasso di obesità globale tra gli uomini è passato dal 3,2 per cento del 1975 al 10,8 per cento nel 2014. Tra le donne invece dal 6,4 per cento al 14,9 per cento. 

Ciò equivale a 266 milioni di uomini obesi e 375 milioni di donne obese in tutto il mondo nel 2014. 

La ricerca ha anche previsto che la probabilità di raggiungere l’obiettivo di obesità globale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità – che ha lo scopo del non aumento dell’obesità sopra livelli del 2010 entro il 2025 – sarebbe “vicina allo zero”. Anzi, ha aggiunto, un adulto su cinque sarà obeso entro quella data.

L’obesità viene misurata dalla relazione tra peso e altezza. Si è clinicamente obesi con un indice di massa corporea superiore a 35. Sotto il 18,5 si è considerati sottopeso. 

Le percentuali delle persone sottopeso sono passate dal 14, 9 per cento al 9 per cento tra gli uomini e dal 15 per cento al 10 per cento tra le donne, sempre nel periodo compreso tra il 1975 al 2014. 

Fonte: The Lancet


“La nostra ricerca ha dimostrato che in 40 anni siamo passati da un mondo in cui la prevalenza delle persone sottopeso era più del doppio rispetto a quella degli obesi, a un mondo in cui sono più gli obesi che le persone sottopeso. Anche se è rassicurante che il numero di individui sottopeso è diminuito nel corso degli ultimi quattro decenni, l’obesità globale ha raggiunto il punto di crisi”, ha detto il professor Ezzat, augurandosi che i governi mettano in atto politiche per combattere il fenomeno, specialmente l’obesità infantile. 

E suggerisce di aumentare i prezzi dei cibi-spazzatura e rendere invece accessibili a tutti cibi sani come frutta e verdura. 

Quasi un quinto degli adulti obesi del mondo – 118 milioni – sono concentrati in soli sei paesi ad alto reddito – Australia, Canada, Irlanda, Nuova Zelanda, Regno Unito e Stati Uniti. 

Entro il 2025, si prevede che il Regno Unito avrà il più alto livello di donne obese in Europa (il 30 per cento). 

Essere sottopeso rimane un problema sanitario rilevante in paesi come l’India o il Bangladesh. 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus