Me
Le esplosioni del 22 marzo a Bruxelles
Condividi su:

Le esplosioni del 22 marzo a Bruxelles

Finora i morti sono 21 e 35 i feriti. L'aeroporto è stato evacuato e tutti i voli sono stati sospesi

22 Mar. 2016

Questa diretta è stata chiusa : qui tutti gli aggiornamenti in diretta

Due esplosioni si sono verificate intorno alle ore 8 all’aeroporto Zavantem di Bruxelles. L’aeroporto è stato evacuato e tutti i voli sono stati sospesi. 21 persone sono morte e almeno 35 sono rimaste ferite. L’esplosione è avvenuta al Terminal A, al desk di American Airlines.

Le autorità belga hanno confermato che si è trattato di attacchi suicidi.  

C’è stata una nuova esplosione alla fermata metro Maelbeek, alle ore 9.11, nel quartiere delle istituzioni europee. Tutte le linee metro sono state chiuse. 

Le principali stazioni ferroviarie della città sono state chiuse. 

Nell’aeroporto sarebbero stati trovati altri ordigni inesplosi. 

L’attentato arriva quattro giorni dopo la cattura di Saleh Abdeslam in un quartiere della città. 

Le autorità belga hanno innalzato l’allerta a livello massimo 4, l’unità di crisi ha chiesto ai cittadini di non muoversi o spostarsi. La città è completamente blindata, come all’indomani degli attacchi di Parigi del 13 novembre 2015.

Il presidente del parlamento europeo, Martin Schulz, ha condannato definendoli “atroci” gli attacchi di questa mattina.

Il presidente francese Francois Hollande ha convocato un incontro di emergenza con il primo ministro Manuells Valls e altri ministri del suo esecutivo. 

— Questa diretta è stata chiusa : qui tutti gli aggiornamenti in diretta

I luoghi delle esplosioni. Credit: Bbc


L’area della fermata metro Maelbeek, nel quartiere delle istituzioni europee. Credit: Guardian

Le prime immagini pubblicate sui social network: 

IL VIDEO DELL’ESPLOSIONE ALLA FERMATA METRO MAELBEEK

Il tunnel metro tra Maelbeek e Shuman:

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus