Me

Il paese che ha vietato la vendita di tabacco

Il governo del Turkmenistan lancia una crociata contro il fumo, in un paese che vede già la più bassa percentuale di fumatori al mondo

Immagine di copertina

Il Turkmenistan ha
deciso di bandire la vendita di tabacco su tutto il territorio del paese. Il governo ha impedito allle attività commerciali la vendita di tutti prodotti a base di tabacco.

Multe fino a 1.400 euro sono state stabilite per chi violerà il divieto (il consumo di tabacco in luoghi privati è ancora consentito).

Questo non ha impedito al mercato nero di aumentare i prezzi, portando fino a 11 euro il costo di un pacchetto di sigarette.

Il paese vanta la percentuale più bassa di fumatori al mondo, con un tasso pari a circa l’8 per cento della popolazione, secondo i dati dell’Organizzazione mondiale della sanità. 

Il divieto rientra in una campagna governativa volta a incentivare la popolazione a smettere di fumare. Il presidente del Turkmenistan, Gurbanguly Berdymukhamedov, al potere dal 2007, è recentemente apparso in alcuni spot TV incoraggiando i cittadini a svolgere attività “sane”, come il ciclismo e la pesca.

Giovedì 14 gennaio 2016 la televisione di stato ha mandato in onda servizi in cui decine di pacchetti di sigarette venivano dati pubblicamente alle fiamme (qui sotto un’immagine della tv turkmena che vede pacchetti di sigarette pubblicamente bruciati).