Me

Un poliziotto di Oklahoma City dichiarato colpevole per violenze sessuali

Daniel Holtzclaw è ritenuto responsabile di abusi sessuali nei riguardi di otto donne afroamericane

Immagine di copertina

Daniel Holtzclaw, un ex poliziotto della città di Oklahoma City di 29 anni è stato ritenuto colpevole di aver stuprato otto donne afroamericane, tutte residenti nell’area dove prestava servizio. Tra le sue vittime una donna di 50 anni e una giovane di 17 anni.

Venerdì 11 dicembre 2015, i giudici dopo 45 ore di consiglio hanno condannato l’ex poliziotto a una pena detentiva di 263 anni, ritenendolo colpevole di 18 capi d’accusa per stupro e violenza sessuale. “Oggi giustizia è stata fatta e un criminale in divisa è stato messo in prigione” così ha commentato la sentenza David Prater, procuratore distrettuale della Contea di Oklahoma City. 

(Il video delle dichiarazioni rilasciate dal procuratore distrettuale Prater dopo la sentenza)

I crimini sessuali di Holtzclaw sono stati commessi dal dicembre 2013 al giugno 2014, durante i suoi turni di notte. L’ex poliziotto prendeva di mira soprattutto donne vulnerabili con piccoli precedenti penali, come spaccio di droga o furti.

Sulla base di quaranta testimonianze raccolte dall’inizio del processo si è scoperto che l’ex poliziotto minacciava le sue vittime costringendole a praticare del sesso orale oppure abusando sessualmente di loro. 

Il verdetto sulla colpevolezza di Holtzclaw è stato emanato dalla giuria il giorno del suo 29esimo compleanno. Su Twitter alcuni sostenitori delle vittime hanno pubblicato alcune immagini che deridono l’ex poliziotto dove gli augurano “happy birthday”.