Me

La prima surfista donna dell’India

La storia di Ishita - la prima donna indiana ad aver imparato a solcare l'oceano con la sua tavola da surf

Immagine di copertina

“Che cosa te ne fai di una tavola da surf in India?”. È ciò che hanno pensato Ishita Malaviya e il suo fidanzato Tushar, vedendo un giovane studente tedesco dirigersi verso le acque dell’Oceano indiano con una tavola da surf sottobraccio.

Ishita quel giorno non sapeva che da lì a pochi anni la sua vita sarebbe cambiata radicalmente proprio grazie al surf.

Seguendo il ragazzo tedesco, Ishita e Tushar sono rimasti letteralmente sbalorditi quando, una volta arrivati sulle rive dell’oceano, si sono trovati di fronte due istruttori di yoga americani che insegnavano ai propri allievi come surfare.

I due giovani, incuriositi dalla bizzarra situazione, sono tornati qualche giorno dopo per provare loro stessi a solcare le onde con una tavola. In quel momento, Ishita si è resa conto di essere diventata la prima donna surfista indiana.

In India ci sono più di 7mila chilometri di costa. Nonostante ciò, la cultura del surf, della vita di spiaggia e degli sport acquatici non è per niente sviluppata. Gli abitanti del villaggio in cui Ishita andava a scuola erano terrorizzati dall’acqua dell’oceano. Gli stessi pescatori, che passavano giorni interi in mare aperto, non erano nemmeno capaci di nuotare.

Imparare a surfare è stata una sfida, ma Ishita si è innamorata di questo sport dalla prima volta che è salita su una tavola e non ha potuto fare altrimenti.

“Non volevo diventare un esempio per gli altri o rompere le regole. Mi divertivo e basta,” ha dichiarato alla rivista inglese Huck.

Nata e cresciuta tra le caotiche strade di Mumbai, la ragazza si era spostata a sud, nello stato del Karnataka, per andare all’università. Poco tempo dopo l’incontro con il ragazzo tedesco, Ishita è riuscita a comprarsi la sua prima tavola da surf, sulla quale ha cominciato a passare tutto il suo tempo libero dopo le lezioni universitarie.

Pian piano anche i suoi amici si sono mostrati interessati, e Ishita ha iniziato a insegnare come cavalcare le onde anche a loro, inconsapevolmente diventando la loro istruttrice.

Una volta terminati gli studi, Ishita ha realizzato di non aver alcuna voglia di tornare a lavorare in città. Nonostante i suoi genitori non approvassero, Ishita e Tushar, hanno deciso di aprire una scuola di surf nella città di Udupi, sulla costa occidentale indiana.

“Oggi sono felice di poter dire che molte persone vengono nella nostra scuola da tutte le parti del Paese,” dice Ishita.

In un paese come l’India, in cui vivono più di un miliardo e 250 milioni di persone, era difficile per Ishita immaginare di poter ottenere un primato. Eppure ci è riuscita.

— Leggi anche: La prima autista donna di Nuova Delhi

— Vedi le foto: Fare surf a Gaza

— Leggi anche: Fare surf in Iran