Me

I primi effetti della legge bavaglio in Spagna

Una donna spagnola è stata multata per aver fotografato un'auto della polizia, perché ha violato la cosiddetta "ley mordaza" in vigore dal 1 luglio

Immagine di copertina

Una donna spagnola ha ricevuto una multa di 800 euro, per aver fotografato una macchina della polizia parcheggiata illegalmente in un posto riservato alle persone disabili. La multa è stata imposta applicando la controversa riforma sulla pubblica sicurezza nota con il nome di ley mordaza, ovvero legge bavaglio, entrata in vigore lo scorso 1 luglio.

La donna, una residente del comune di Petrer, nel sudest della Spagna, aveva pubblicato la fotografia sulla sua pagina Facebook, scrivendo: “Parcheggi dove cavolo ti pare e non ti becchi nemmeno una multa”. Nel giro di 48 ore, la polizia ha rintracciato la donna e l’ha multata perché la nuova legge proibisce “l’uso non autorizzato delle immagini di ufficiali della polizia che possano mettere in pericolo gli agenti, le loro famiglie o le istituzioni”.

Un portavoce della polizia locale, Fernando Portillo, ha detto ai giornali locali che gli agenti si erano fermati nel parcheggio per disabili solamente perché si trattava di un’emergenza: avevano ricevuto una segnalazione di un atto di vandalismo in un vicino parchetto e dovevano cogliere in flagrante i responsabili. Portillo ha aggiunto che la foto pubblicata dalla donna rovinava la reputazione degli agenti e li disonorava, e dunque era necessario ricorrere alla legge sulla pubblica sicurezza.

Secondo gli oppositori, la ley mordaza limita il diritto dei cittadini a manifestare. L’ong Amnesty International ha criticato duramente la riforma, dicendo che fotografare la polizia può essere fondamentale durante le manifestazioni, per documentare l’eventuale uso eccessivo della forza da parte degli agenti.

— Leggi anche: La nuova legge sulla pubblica sicurezza in Spagna