Me

Toshiba ha ammesso di aver truccato i bilanci dell’azienda

Un buco da 1,1 miliardi di euro nei conti della multinazionale giapponese. Si sono dimessi amministratore delegato e vicepresidente

Immagine di copertina

Il presidente e amministratore delegato di Toshiba Hisao Tanaka, di 64 anni, si è dimesso dopo che la multinazionale di cui era a capo ha ammesso di aver truccato i bilanci dell’azienda nel corso degli ultimi sei anni.

La Toshiba è una multinazionale giapponese che produce dispositivi elettronici ad alta tecnologia.

Insieme al presidente e amministratore delegato Tanaka si è dimesso anche il vice presidente di Toshiba, Norio Sasaki, di 66 anni. Entrambi erano impiegati nella multinazionale giapponese dai primi anni Settanta.

Una commissione d’inchiesta indipendente nominata da Toshiba ha dichiarato che la compagnia ha manomesso i conti dell’azienda per un totale di circa 1,1 miliardi di euro, il triplo rispetto a quanto inizialmente stimato dal consiglio d’amministrazione della Toshiba. 

L’ex vicepresidente Sasaki aveva precedentemente occupato la carica di presidente della Toshiba, dal giugno del 2009 al giugno del 2013, nel periodo in cui la multinazionale giapponese ha gonfiato notevolmente i conti dei profitti dell’azienda.

L’attuale presidente del consiglio di amministrazione di Toshiba, Masashi Muromachi, diventerà ora il nuovo amministratore delegato.