Me

I pannelli solari per le famiglie più povere

Con i soldi ricavati dalle tasse sulle emissioni di Co2, il governo californiano installerà dei pannelli solari nelle case delle famiglie più povere

Immagine di copertina

In California le industrie più inquinanti pagheranno i pannelli solari da installare nelle case delle famiglie più svantaggiate.

Il governo californiano nel 2011 ha approvato una legge per tassare le industrie a seconda delle emissioni di anidride carbonica di cui sono responsabili.

L’associazione no profit Grid Alternatives utilizzerà i 13 milioni di euro (14,7 milioni di dollari) ricavati da questa tassa per installare pannelli solari nei quartieri più disagiati delle città californiane.

Il progetto Solar Affordable Housing Program mira a rendere l’energia solare più “democratica” e accessibile a tutti. Secondo una ricerca condotta nel 2013 dal Center for American Progress, in California, Arizona e New Jersey solo le famiglie benestanti con un reddito annuo tra i 35 e i 50mila euro riescono a permettersi di installare pannelli solari nelle proprie abitazioni.

Con questo progetto, la California combinerà la sua agenda verde e la lotta all’inquinamento con un intervento sociale a favore delle fasce di popolazione più povere. Le famiglie destinatarie del progetto saranno selezionate in base al reddito: devono guadagnare una cifra inferiore all’80 per cento rispetto al reddito medio dell’area in cui vivono.

L’associazione dovrebbe installare circa 1600 pannelli solari entro il 2016. Grazie all’energia fotovoltaica, le famiglie coinvolte nell’iniziativa potrebbero risparmiare circa 890 euro (mille dollari) all’anno.

“Spero che i soldi risparmiati mi permettano di sostenere alcuni dei costi per le mie medicine”, dice Roy Rivera, uno dei beneficiari del progetto. “Quando hai un budget come quello della mia famiglia, che basta appena per sopravvivere, questo risparmio fa una grande differenza”.

Un progetto simile era stato introdotto a livello sperimentale in Perù, nel 2013. Il governo peruviano finanziò l’installazione di pannelli solari per circa 500mila famiglie, che vivevano in regioni povere dove spesso mancava l’elettricità. L’ambizioso obbiettivo del governo di Lima è quello di fornire energia verde e gratuita a oltre due milioni di cittadini, ovvero il dieci per cento della popolazione del Perù.