Me

I vincitori degli Oscar 2015

Birdman ha ottenuto quattro premi Oscar, tra cui miglior film. Così anche The Grand Budapest Hotel. Qui sotto la lista completa

Immagine di copertina

Domenica 22 febbraio al Dolby Theatre di Hollywood, a Los Angeles, si sono tenute le premiazioni per i vincitori degli Oscar 2015.

Birdman ha ottenuto quattro premi Oscar, tra cui miglior film. Stesso discorso per The Grand Budapest Hotel. Un Oscar a testa per Interstellar e per American Sniper.

Un premio Oscar – quello per i migliori costumi – è andato all’italiana Milena Canonero, per The Grand Budapest Hotel. Patricia Arquette ha vinto il premio come miglior attrice non protagonista per Boyhood.

— Fotogallery: Le immagini più belle della lunga notte degli Oscar 2015

Il premio per il miglior documentario è stato assegnato a Citizenfour, della regista americana Laura Poitras, che racconta le vicende che hanno dato vita allo scandalo Datagate, con cui sono emersi dettagli fin lì sconosciuti sul programma di sorveglianza spionistico statunitense e britannico grazie all’ex consulente della National Security Agency Edward Snowden.

Qui sotto la lista completa delle statuette assegnate 

– Miglior Film

Birdman

– Miglior Attrice 

Julianne Moore per Still Alice

– Miglior Attore

Eddie Redmayne per The Theory of Everything

– Miglior Regia

Alejandro Gonzalez Inarritu per Birdman

– Miglior attrice non protagonista

Patricia Arquette per Boyhood

– Migliore attore non protagonista

J.K. Simmons per Whiplash

– Miglior film straniero 

Pawel Pawlikowski per Ida

– Miglior Sceneggiatura non originale

Graham Moore per The Imitation Game

– Miglior Sceneggiatura originale

Nicolas Giacobone e Alexander Dinelaris jr. e Armando Bo per Birdman

– Miglior Colonna sonora

Alexandre Desplatt per The Grand Budapest Hotel

– Miglior canzone originale

Lonnie Lynn, John Stevens con la canzone Glory nel film Selma

– Miglior documentario

Laura Poitras, Mathilde Bonnefoy, Glenn Greenwald, Dirk Wilutzky per Citizenfour

– Miglior fotografia

Emmanuel Lubetzki per Birdman

– Miglior scenografia

Adamn Stockhausen, Anna Pinnock per The Grand Budapest Hotel

– Miglior film d’animazione

Don Hall, Chris Williams e Roy Conli per Big Hero 6 

– Miglior costumi

Milena Canonero per The Grand Budapest Hotel 

– Miglior trucco

The Grand Budapest Hotel

– Miglior cortometraggio

The Phone Call 

– Miglior cortometraggio documentario

Crisis Hotline: Veterans Press 1

– Miglior sonoro

Whiplash

– Miglior montaggio sonoro

American Sniper

– Migliori effetti speciali

Interstellar 

– Miglior cortometraggio animato

Feast 

– Miglior montaggio  

Whiplash