Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Ritornare ad amare

Un video realizzato in Cina vuole invertire il trend che vede i divorzi in forte aumento

Immagine di copertina

Una coppia sta per dirsi addio, manca soltanto un’ultima firma sulle carte del divorzio. La moglie promette al marito di firmare, ma a patto che lui le conceda un abbraccio al giorno.

L’uomo è titubante, ma accetta. La prima volta la donna gli chiede di incontrarlo su un terrazzo panoramico. È dove lui le ha fatto la proposta di matrimonio. Il secondo abbraccio avviene nel punto del loro primo “Ti amo”; il terzo in quello del primo bacio; l’ultimo dove si erano incontrati la prima volta.

All’inizio gli incontri sono freddi e imbarazzati. Poi pian piano torna la confidenza. Finché, quando l’uomo riceve le carte firmate, non decide di farsi avanti: “Posso abbracciarti anche domani?”.

Il corto fa parte della campagna #IBelieveinLoveAgain (credo di nuovo nell’amore) e invita le coppie in crisi a “riprovarci”. La Cina ha raggiunto i 3 milioni di divorzi l’anno. Centomila ex coniugi, però, sono tornati insieme. Il video è stato lanciato dalla multinazionale americana P&G per il lancio del nuovo shampoo Rejoice.

Cinque cose da sapere sui divorzi in Cina

– Ogni giorno quasi 10mila matrimoni terminano con un divorzio.

– Tra il 2003 e il 2012, l’ultimo anno in cui sono state pubblicate statistiche ufficiali, i divorzi sono aumentati del 133 per cento.

– I divorzi avvenuti nel 2012 sono stati circa 3 milioni.

– Sebbene la statistica nazionale riguardante i divorzi si aggiri intorno al 2,20 per cento, la percentuale aumenta drasticamente nelle aree urbane del Paese. Pechino è la città cinese con il più alto tasso di divorzi, il 39 per cento. Seguono Shangai con il 38 per cento e Shenzen con il 36 per cento.

– Nel 2012, mentre a Pechino 164mila coppie si univano in matrimonio, una cifra pari a un terzo di loro divorziava.