Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Documentare il cambiamento climatico

Il fotografo David Benjamin Sherry porta avanti la sua battaglia contro il surriscaldamento globale in un modo tutto suo

Immagine di copertina

David Benjamin Sherry è un fotografo americano nato nel 1981 a Long Island, New York. A 5 anni si è trasferito a Woodstock, la città resa celebre dal festival, nella contea di Ulster nello stato di New York.

La fotografia paesaggistica lo ha appassionato sin da quando era bambino, e nel corso degli anni ha sviluppato una forte attrazione verso luoghi iconici come la Valle della Morte, in Arizona, e il parco nazionale di Yosemite, in California.

Dopo essersi trasferito a Los Angeles, per essere fisicamente più vicino ai paesaggi che intendeva fotografare, ha cominciato a interessarsi agli effetti del cambiamento climatico.

“Vivendo a Los Angeles, e facendo attenzione alla qualità dell’aria, la siccità, i terremoti e gli incendi, il cambiamento climatico è diventato una presenza tangibile nella mia vita”, ha detto Sherry.  “Ho sentito che questa era la maniera in cui dovevo produrre il mio lavoro e documentare i cambiamenti climatici… con una reazione”.

Le opere qui sotto, che fanno parte di una serie monocromatica di paesaggi, sono esposte alla Danziger Gallery e al Salon 94, entrambi a New York