Me
L’Isis minaccia Obama e la Casa Bianca
Condividi su:

L’Isis minaccia Obama e la Casa Bianca

Lo Stato Islamico ha diffuso un video che minaccia gli Stati Uniti

17 Set. 2014

L’Isis ha diffuso un nuovo video in cui minaccia di colpire la Casa Bianca e uccidere le forze statunitensi.

Esplosioni, soldati morti, miliziani armati di lanciarazzi e un fermo immmagine con Barack Obama. Il trailer propagandistico degli jihadisti dello Stato Islamico è una risposta alla campagna militare del presidente americano Barack Obama, il quale ha annunciato di voler “distruggere” l’organizzazione terroristica.

Il video si ispira a Hollywood e si intitola “Flames of War”. Si chiude con la scritta “Coming soon”. La durata è di 52 secondi e alterna sequenze di esplosioni al rallentatore a immagini di soldati americani a terra o mentre vengono trasportati verso un elicottero in barella.

A metà del video appare per pochi secondi l’ex presidente americano George W. Bush: l’immagine è ripresa da un filmato del 2003 sulla portaerei USS Abraham Lincoln, quando Bush annunciò “Missione compiuta” in Iraq.

In un altro fermo immagine, alcuni miliziani dell’Isis incappucciati impugnano una pistola e la puntano alla nuca di civili inginocchiati. Si distingue tra le esplosioni la voce di Obama e un estratto video della Casa Bianca: “Le truppe americane non torneranno a combattere in Iraq”, afferma nel video il presidente Usa.

Il trailer si conclude con la scritta “Flames of War” e il sottotitolo: “La battaglia è appena iniziata”. Il video è stato rilanciato dall’Al Hayat Media Center.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus