Me

Celeste impero

La Cina avrà la propria stazione spaziale entro il 2023. Previste spedizioni di breve e lungo termine

Immagine di copertina

Nei prossimi dieci anni la Cina avrà una stazione spaziale tutta sua. Il progetto prevede la costruzione di una piattaforma nell’orbita terrestre inferiore che potrà ospitare fino a sei astronauti per missioni di breve termine e fino a tre per quelle di lungo termine.

Il lancio, previsto per il 2023, è stato annunciato al Congresso Astronautico Internazionale a Pechino, che giunge oggi alla fine. La stazione sarà composta da tre capsule, una centrale e due moduli laboratorio, più una navicella cargo che trasporterà i rifornimenti. In totale, avrà un grandezza di 60 metri quadri, secondo quanto precisato dall’Agenzia Spaziale cinese.

“Gli astronauti potranno condurre nuove ricerche in orbita e test tecnici” ha detto il direttore dell’Agenzia Spaziale Wang Zhaoyao. Ma prima che il sito possa diventare operativo, la Cina deve mettere a punto le tecnologie per il supporto rinnovabile della vita e per il rifornimento nello spazio. Questi test saranno essenziali per il lancio della nuova stazione. Nei prossimi due anni la Cina farà alcuni esperimenti con il laboratorio spaziale Tiangong-2, inviando spedizioni di astronauti e shuttle di rifornimento.

Il programma spaziale cinese, iniziato nel 2003, è il terzo più importante al mondo e promette una rapida espansione.

Campagna regione lazio