Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:14
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Viaggi

Vacanze nell’incantevole Valsugana

Immagine di copertina

 

La soluzione ideale per tutte le persone che sono alla ricerca di un’esperienza all’aria aperta, all’insegna del divertimento, del relax e dello sport è senza dubbio una .

In questo luogo magico c’è molta attenzione per la sostenibilità e sono tante le cose da fare e vedere, a partire dagli incantevoli Laghi di Caldonazzo e Levico, insigniti della prestigiosa “Bandiera Blu”, legata alla qualità delle loro acque e alle relative infrastrutture. Ma qui è anche possibile muoversi in bicicletta grazie alla presenza delle tante piste ciclabili per famiglie, come quella lungo il Brenta, oppure recarsi nelle accoglienti terme di Levico e Vetriolo, che sono aperte tutto l’anno.

Alle Terme di Levico è possibile trovare un’acqua unica, che vanta rinomate proprietà terapeutiche e dall’effetto immunostimolatore: è possibile fare bagni, fanghi e cure inalatorie per recuperare il benessere fisico e psicologico. Non lontano da Levico si trovano le Terme di Vetriolo, lo stabilimento più alto di tutta Europa, a 1500 metri di altezza.

Laghi di Caldonazzo e Levico

I boschi della Valsugana sono fitti e freschi, mentre le acque trasparenti consentono di praticare sport acquatici in maniera particolarmente piacevole. Sono tanti gli amanti dello sport che approfittano delle loro vacanze per praticare rilassandosi e sono altrettanto numerosi coloro che scelgono di farlo in mezzo al verde, nel Lago di Caldonazzo. Qui numerosi sportivi praticano canottaggio, vela, SUP e windsurf e oltre a loro, trovano relax anche numerosi turisti che amano fare una fresca nuotata in queste acque limpide, premiate con la prestigiosa “Bandiera Blu” e prendere il sole per abbronzarsi.

Presso il Lago di Levico, circondato da incantevoli colli verdeggianti e ricoperti di fitti boschi, oltre a poter praticare sport è possibile trovare ristoro e riposo, essendo presenti numerosi campeggi adatti alle famiglie con bambini piccoli.

La pista ciclabile della Valsugana.

La valle è attraversata dal Brenta, che nasce proprio dai due Laghi di Caldonazzo e Levico e sfocia dopo circa 175 km nella Laguna di Venezia. Il Brenta collega le montagne al mare, ovvero unisce mare Adriatico e Via Claudia Augusta Altinate nella quale, storicamente, passarono sia germanici e sia latini.

Sentieri per mountain bike

Alcuni sentieri per mountain bike sono da menzionare perché particolarmente meritevoli. Prima tra tutte c’è l’Escursione al Pizzo di Levico, un itinerario di grande attrattività e abbastanza semplice da percorrere. Si parte dal Passo di Vezzena per attraversare boschi, pascoli, tratti di strada sterrati e giungere al noto Pizzo di Levico, il quale offre una vista sull’omonimo lago e su quello di Caldonazzo.

Il Giro della Val Campelle è di difficoltà media e porta verso il Lagorai, nella Val Campelle: si passa per strade sterrate e boschi, ammirando paesaggi bucolici, pascoli e panorami. Ci si può fermare a degustare il cibo tipico del posto, in uno dei tanti rifugi presenti.

Il Giro delle Pozze è un percorso di media difficoltà e permette di scoprire la parte a sud della Catena del Lagorai, passando per boschi e le montagne Panarotta, Fravort e Gronlait. È possibile anche deviare e arrivare al Lago delle Prese e di fermarsi in uno degli agriturismi presenti.

Il Giro del Monte Agaro, invece, è un percorso abbastanza difficile che passa lungo sentieri sterrati i quali, dal Parco La Cascatella, giungono al Passo Brocon, rientrano nella Val Malene e proseguono sino al Parco Fluviale Torrente Grigno.

Trekking e passeggiate in Lagorai

La catena montuosa del Lagorai, che si estende per 50 km lungo il Trentino orientale, è il paradiso degli amanti del trekking; sono i pascoli verdi, laghetti alpini e rocce dolomitiche a renderlo speciale.
I percorsi adatti sia a famiglie sia agli esperti delle camminate sono tanti, ed è possibile scegliere quale fare.
Quelli in quota sono l’Alta Via del Granito, che porta sino al Cima d’Asta a 2847 metri, l’Alta Via del Porfido, il Lagorai Panorama, la Traversata Translagorai, dove si trovano testimonianze della I Guerra Mondiale e infine l’Alta Via del Centenario.
Il trekking per le famiglie trova realizzazione in tanti sentieri e passeggiate montagnose; un luogo molto bello è l’Oasi di Valtrigona, che vanta il Sentiero Natura da cui è possibile vedere la biodiversità dei boschi.
La Valsugana dunque offre soluzioni di tutti i tipi per qualsiasi modalità di turismo, che sia alla ricerca di relax, del divertimento oppure con un’impronta più sportiva, il tutto stando immersi nella bellezza e tranquillità della natura trentina.

Ti potrebbe interessare
Viaggi / Quali sono i borghi italiani più ricercati sui motori di ricerca?
Viaggi / Promozione turistica intervista Massimo Vanzulli
Economia / Brexit e accordi commerciali con l’UE: cos’è davvero cambiato?
Ti potrebbe interessare
Viaggi / Quali sono i borghi italiani più ricercati sui motori di ricerca?
Viaggi / Promozione turistica intervista Massimo Vanzulli
Economia / Brexit e accordi commerciali con l’UE: cos’è davvero cambiato?
Economia / Con il Fondo Nazionale del Turismo, CDP investe fino a 2 miliardi di euro negli alberghi storici
Viaggi / Emirates: nuove offerte per gli studenti, con sconti in Economy e Business Class
Milano / Easy Jet: partnership con Emirates per i voli da Malpensa a Dubai
Viaggi / È italiano il miglior albergo al mondo per rapporto qualità/prezzo
Milano / Covid-19 e ricerca: SEA collabora alla validazione del Test Rapido Salivare per la diagnosi
Viaggi / Terranostra Lombardia: un nuovo sito per il rilancio del turismo rurale post-Coronavirus
Viaggi / Alla scoperta della Sicilia del vino: tre itinerari nell’antica Trinacria