Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 22:15
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Tecnologia

Hacker rubano progetti di nuovi prodotti alla Apple e chiedono il riscatto: “Dateci 50 milioni di dollari”

Immagine di copertina
Pixabay

Hacker rubano progetti di nuovi prodotti alla Apple e chiedono il riscatto: “Dateci 50 milioni di dollari”

Un gruppo di hacker ha chiesto ad Apple un riscatto di 50 milioni di dollari dopo aver sottratto a un fornitore i progetti per diversi nuovi prodotti della casa californiana, che includerebbero due modelli di portatili MacBook e un nuovo Apple Watch. Il gruppo ha iniziato a rendere pubblici i documenti martedì 20 aprile, lo stesso giorno in cui Apple ha tenuto un evento per presentare diversi nuovi modelli, tra cui un iMac più sottile e dotato del nuovo microchip prodotto internamente dall’azienda, mostrato anche nelle immagini diffuse dagli hacker.

Il gruppo “Sodin” ha dichiarato sul proprio blog di aver utilizzato il ransomware REvil e di essere arrivato a sottrarre direttamente i progetti dal fornitore taiwanese Quanta. Gli hacker hanno dichiarato che l’azienda, che produce diversi portatili per Apple, si sarebbe rifiutata di pagare il riscatto richiesto, spingendoli a iniziare a pubblicare i documenti rubati. “Tim Cook può ringraziare Quanta”, hanno detto, chiedendo ad Apple di pagare il riscatto di 50 milioni di dollari entro il 1° maggio.

Il gruppo, che in passato ha rivolto la stessa richiesta anche ad Acer e ha colpito il gruppo farmaceutico francese Pierre Fabre, ha anche dichiarato di aver sottratto progetti per un nuovo portatile ThinkPad di Lenovo.

Quanta ha confermato l’attacco a Bloomberg, affermando che ha colpito “una piccola quantità” di server, senza causare “un impatto materiale” sulle proprie attività. I ransomware sono un tipo di malware che impediscono o limitano l’accesso degli utenti ai propri sistemi, chiedendo un pagamento per poter decrittare i dati.

Tra i documenti già pubblicati sono presenti anche diagrammi per il MacBook Air 2020, già uscito, e un nuovo portatile senza la “Touch Bar” introdotta negli scorsi anni e con l’aggiunta di porte che erano state rimosse negli ultimi modelli.

Leggi anche: Perché la cyber security è un problema che ci riguarda tutti: “E l’Italia è molto indietro”

Ti potrebbe interessare
Tecnologia / WhatsApp, da oggi nuove regole per la privacy: ecco cosa accade se non si aggiorna l’app
Tecnologia / WhatsApp, nuove condizioni dal 15 maggio: cosa fare per continuare a usarlo
Tecnologia / Easy Mobility e la partnership con Too Good To Go: le nuove iniziative di Edenred Italia
Ti potrebbe interessare
Tecnologia / WhatsApp, da oggi nuove regole per la privacy: ecco cosa accade se non si aggiorna l’app
Tecnologia / WhatsApp, nuove condizioni dal 15 maggio: cosa fare per continuare a usarlo
Tecnologia / Easy Mobility e la partnership con Too Good To Go: le nuove iniziative di Edenred Italia
Tecnologia / Nuove accuse a Facebook: “Approva pubblicità di gioco d’azzardo, alcolici e diete estreme ai minorenni”
Tecnologia / L’ultimo aggiornamento iOS 14.5 di Apple ci obbliga a decidere se continuare a farci “tracciare” dalle app o meno
Tecnologia / In Argentina un 30enne è diventato proprietario del dominio di Google pagando meno di 3 euro
Costume / Note audio troppo lunghe: la soluzione (geniale) di WhatsApp per i messaggi vocali
Costume / WhatsApp Pink, la versione rosa dell’app è una truffa
Tecnologia / “Vivere con l’Intelligenza Artificiale”, un nuovo libro su costi e opportunità della rivoluzione tecnologica
Tecnologia / Nasce OsintItalia, l’associazione che usa l’Open source per fini solidali