Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:47
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sport

Sofia Goggia si scusa per la frase sugli sciatori gay, ma inciampa: “Fa più rumore un albero che cade…”

Immagine di copertina

Sofia Goggia si scusa per la frase sugli sciatori gay

La campionessa dello sci azzurro Sofia Goggia si è scusata per la sua riflessione sulla presunta capacità degli sciatori uomini rispetto ad atleti omosessuali di resistere meglio e con maggiore abilità rispetto alle sollecitazioni di una pista durissima come la Streif di Kitzbühel. Lo ha fatto condividendo sui social network un messaggio di chiarimento. “Non voleva essere di natura discriminatoria”, ha scritto. Alle reazioni e alle critiche ha provato a replicare articolando una spiegazione che non ha convinto, preceduta anche da una frase che un po’ stona. “Fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce. Mi dispiace e mi scuso con tutte le persone che si sono sentite offese per la frase che è uscita nell’intervista del Corriere della Sera e che sicuramente, quando l’ho pronunciata, non voleva essere di natura discriminatoria”.

Ma cosa ha detto esattamente Sofia Goggia? “Se ci sono omosessuali tra gli atleti? Tra le donne qualcuna sì – le sue parole nell’interviste al Corriere della Sera -. Tra gli uomini direi di no. Devono gettarsi già dalla Streif di Kitzbühel”. Equivale a dire – anche se lo ha smentito – che un concorrente gay non può essere altrettanto coraggioso. Uno scivolone clamoroso. Non l’unico che ha provocato alzata di sopracciglia di diverse persone. Nel corso della stessa intervista la sciatrice ha risposto alla domanda se sia giusto oppure no che i transgender gareggino con le donne. “A livello di sport, un uomo che si trasforma in donna ha caratteristiche fisiche, anche a livello ormonale, che consentono di spingere di più. Non credo allora che sia giusto”.

Ti potrebbe interessare
Sport / Giro d’Italia 2022: gli sprinter marcano visita
Sport / Pullman scoperto della Roma: il percorso e l’orario per la festa della vittoria della Conference League
Sport / Pullman scoperto della Roma: a che ora la festa al Circo Massimo per la Conference League
Ti potrebbe interessare
Sport / Giro d’Italia 2022: gli sprinter marcano visita
Sport / Pullman scoperto della Roma: il percorso e l’orario per la festa della vittoria della Conference League
Sport / Pullman scoperto della Roma: a che ora la festa al Circo Massimo per la Conference League
Sport / Giro d’Italia 2022: Santiago Buitrago, signore della provincia autonoma
Sport / Roma Feyenoord streaming e diretta tv: dove vedere la finale di Conference League
Sport / Conference League, notte di scontri a Tirana: 60 tifosi fermati dalla polizia, 15 feriti
Sport / Giro d’Italia 2022: molto rumore per quasi nulla
Calcio / Scudetto Milan, strappata la medaglia a Pioli. La Lega: “Te la ridiamo noi”
Sport / Serie A, il Milan è campione d’Italia
Sport / Calcio, insulti razzisti allo steward dalla curva della Lazio