Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:45
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sport

Coppa Libertadores, rinviata nuovamente la finale di ritorno tra River Plate e Boca Juniors

Immagine di copertina

La decisione è arrivata dopo i violenti scontri tra tifosi e calciatori

La finale di ritorno della Coppa Libertadores che vede scendere in campo River Plate e Boca Juniors è stata rinviata. Il Conmebol, infatti, ha accolto la richiesta di quest’ultima.

Il 24 novembre 2018 c’è stato un assalto al pullman del Boca: il mezzo è stato preso a sassate al suo arrivo allo stadio Monumental. Secondo Alejandro Dominguez, presidente della Conmebol, “non ci sono oggi (25 novembre 2018, ndr) le condizioni per giocare” la partita.

Una volta rientrato ad Asuncion, il presidente “annuncerà la nuova data dell’incontro” dopo essersi riunito con i presidente dei due club.

Cos’è successo

Nonostante gli oltre 2mila agenti di polizia impiegati per garantire l’ordine pubblico prima e durante River Plate-Boca Juniors, finale di ritorno della Coppa Libertadores, il 24 novembre fuori dallo stadio si sono verificati gravi scontri tra tifosi e polizia.

La partita, prevista prima per le 21 di sabato 24 novembre, è stata inizialmente rinviata alle 23:15: gli scontri hanno coinvolto anche alcuni giocatori. Alcuni sostenitori del River Plate hanno infatti assaltato il pullman che trasportava i calciatori del Boca. Alcuni di loro sono stati colpiti da gas lacrimogeni. Qui tutti gli aggiornamenti sul pre-partita al Monumental.

Dopo diversi tira e molla, era stato deciso di rinviare la partita di 24 ore: avrebbe dovuto svolgersi domenica 25 novembre alle ore 21.

Gli aggiornamenti dopo gli scontri del 24 novembre 2018:

  • Nuovi incidenti all’esterno dello stadio: alcuni tifosi senza biglietto hanno ancora provato a entrare al Monumental. La polizia ha risposto con i proiettili di gomma;
  • La partita dovrebbe iniziare tra 10 minuti, anche se sul campo di gioco ancora non c’è nessuno. Intanto i tifosi del River accusano, con dei cori, i giocatori avversari di essere dei codardi;
  • Ancora Tevez: “Noi non vogliamo giocare, ma ci stanno costringendo a farlo. Nessun giocatore del River è venuto da noi per informarsi sulle nostre condizioni”;
  • Al Monumental per il Superclasico è presente anche il presidente della FIFA, Gianni Infantino;
  • I giocatori del Boca che hanno subito una lesione alla cornea sono Gonzalo Lamardo e Pablo Perez;
  • Anche l’attaccante del Boca, Carlitos Tevez, conferma la volontà della sua squadra di non giocare la partita dopo tutto quello che è successo.

 

Ti potrebbe interessare
Sport / Robinho condannato per stupro, l’Italia chiede l’estradizione al Brasile
Sport / Juventus Bologna streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Chi è Maria Sole Ferrieri Caputi, il primo arbitro donna ad arbitrare in Serie A
Ti potrebbe interessare
Sport / Robinho condannato per stupro, l’Italia chiede l’estradizione al Brasile
Sport / Juventus Bologna streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Chi è Maria Sole Ferrieri Caputi, il primo arbitro donna ad arbitrare in Serie A
Sport / Empoli Milan streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Inter Roma streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Napoli Torino streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Eleonora, pallavolista transgender: “Gioco con gli uomini, ma sogno la serie A femminile”
Sport / “Siamo tutti antifascisti”: la reazione dei tifosi tedeschi del St. Pauli dopo la vittoria di Meloni
Sport / Ungheria Italia streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Nations League
Sport / Mondiali ciclismo 2022: un marziano a Wollongong