Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:08
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Sport » Mondiali 2018

In Russia mostrare la bandiera arcobaleno può costare il carcere, ma questi attivisti hanno trovato il modo di aggirare il divieto durante i Mondiali 2018

Immagine di copertina
The Hidden Flag

Sei attivisti hanno organizzato un'originale forma di protesta contro i soprusi nei confronti delle persone Lgbt in Russia, usando le maglie delle loro nazionali di calcio

Sei attivisti hanno organizzato una forma originale di protesta contro i soprusi nei confronti delle persone Lgbt in Russia. I membri della campagna The Hidden Flag hanno indossato ciascuno la maglia della sua nazionale ai Mondiali 2018 e si sono messi in fila per comporre la bandiera arcobaleno.

La Russia è uno dei paesi più omofobi al mondo, e mostrare i simboli della comunità Lgbtq è proibito. Tra questi simboli c’è la bandiera arcobaleno, ideata da Gilbert Baker nel 1978. Mostrarla in pubblico, in Russia, può valere una condanna al carcere, perché questo simbolo è classificato come “propaganda gay”.

Ciononostante, sei attivisti di sei paesi diversi hanno trovato il modo di rendere la bandiera dei diritti Lgbtq visibile durante i mondiali in Russia.

Per questo, hanno indossato le maglie delle nazionali di Spagna, Olanda, Brasile, Messico, Argentina e Colombia, e sono stati in giro per la Russia festeggiando sia la Coppa del Mondo sia il mese dedicato all’orgoglio Lgbtq, contro la politica omofoba del governo russo.

Qui sotto il video della campagna Hidden Flag:

Gli attivisti sono Marta Márquez, Eric Houter, Eloi Pierozan Junior, Guillermo León, Vanesa Paola Ferrario, and Mateo Fernández Gómez.

Ecco alcune delle loro foto, condivise dagli utenti su Twitter con l’hashtag TheHiddenFlag:

Nel 2013 in Russia è stata approvata una legge allo scopo di proteggere i valori della famiglia tradizionale dalla “propaganda gay”. La comunità Lgbtq in Russia è osteggiata causa dell’atteggiamento poco favorevole da parte del governo e della società russa.

Leggi anche: Cosa vuol dire essere giovani e gay in Russia oggi
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Esteri / Covid, la nuova variante Omicron è arrivata in Europa: primo caso rilevato in Belgio
Esteri / Dalla Germania alla Cina: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Corea del Nord: condannato a morte per aver importato una copia di Squid Game
Esteri / Le storie dei lavoratori che sfidano Amazon nel giorno del Black Friday
Cronaca / Sudafrica, rilevata nuova variante Covid-19: “Minaccia grave”
Esteri / Iran, uccise la fidanzata a 17 anni: impiccato 25enne. Amnesty: “Ha confessato sotto tortura”