Covid ultime 24h
casi +11.629
deceduti +299
tamponi +216.211
terapie intensive +14

Morte Maradona, le prime pagine dei giornali

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 26 Nov. 2020 alle 07:47 Aggiornato il 26 Nov. 2020 alle 14:54
124
Immagine di copertina

Morte Maradona, le prime pagine dei giornali

Ieri, 25 novembre 2020, alle ore 12 argentine (le 16 in Italia) Diego Armando Maradona è morto. Il grande campione è scomparso a causa di un arresto cardio-respiratorio nella sua casa di Tigre dove stava recuperando dall’intervento alla testa per un edema celebrale. Una notizia che ha sconvolto il mondo del calcio e non solo. A testimoniarlo le prime pagine dei giornali di tutto il mondo. Ne abbiamo raccolte alcune.

GAZZETTA DELLO SPORT

Il principale giornale sportivo italiano ha deciso di celebrare l’ex Pibe de Oro con il campione che bacia la coppa del mondo e il titolo “Ho visto Maradona”.

maradona gazzetta dello sport

CORRIERE DELLO SPORT

Il Corriere dello Sport ha deciso di urlare “Diego vive”

maradona corriere dello sport

LA REPUBBLICA

La Repubblica invece scrive “Il calcio va in Paradiso”

CORRIERE DELLA SERA

“Maradona, il genio ribelle che giocò il calcio più bello”, il titolo scelto dal Corriere della Sera.

CLARIN

Il quotidiano argentino Clarin, primo giornale al mondo a dare la tragica notizia, ha titolato: “Non ci sarà nessuno uguale”.

L’EQUIPE

Il principale giornale sportivo francese (e forse al mondo) L’Equipe ha invece titolato: “Dio è morto”

THE GUARDIAN

Il giornale inglese The Guardian ha celebrato il campione con il suo nome e una citazione di Pelè.

DAILY MIRROR

Il Daily Mirror ha voluto ricordare Diego Armando Maradona con una foto storica, quella del gol di mano all’Inghilterra. “È nelle mani di Dio”.

MARCA

Il quotidiano sportivo spagnolo Marca ha invece dedicato l’intera prima pagina a una foto di Diego Armando Maradona accompagnata da una sua frase celebre: “Se muoio chiedo di rinascere calciatore”

124
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.