Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 17:23
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Sport

Derby di Manchester, tifoso del City fa il verso della scimmia a Fred: arrestato, daspato a vita e licenziato

Immagine di copertina

Derby di Manchester: tifoso del City fa il gesto della scimmia

Arrestato, bandito dal club a vita e licenziato. Questa la punizione riservata a un tifoso di 41 anni del Manchester City che sabato 7 dicembre, durante il derby di Premier League contro lo United, ha rivolto insulti razzisti a due giocatori di colore.

Cosa è successo

Durante la sfida tra Manchester City e Manchester United un tifoso dei Citizens di 41 anni ha rivolto insulti razzisti contro due giocatori: Fred e Lingard. Al minuto 68 della partita poi il giocatore brasiliano dello United è stato anche colpito da un oggetto, probabilmente un accendino. L’arbitro Taylor, accortosi dell’episodio, ha subito interrotto il gioco e richiesto l’intervento degli steward.

Subito dopo il fischio finale il Manchester City, con una nota, ha comunicato che avrebbe collaborato subito con le autorità per rintracciare il colpevole: “Il City applica una politica di tolleranza zero in materia di discriminazione di qualsiasi tipo e chiunque venga ritenuto colpevole di abusi razziali sarà bandito dal club a vita”. Forte la reazione anche dei due allenatori: Solskjaer si è augurato che l’uomo “non metta più piede in uno stadio”, Guardiola ha definito l’episodio “inaccettabile”.

Poche ore dopo, durante la mattinata di domenica 8 dicembre, la polizia ha poi arrestato il responsabile dei buu razzisti che durante il match è stato inquadrato dalle telecamere dello stadio mentre insultava i giocatori e faceva il gesto della scimmia. L’accusa è di comportamenti contrari all’ordine pubblico aggravati dalla matrice razzista. Il quarantunenne rimarrà sotto custodia per essere interrogato. Intanto, in attesa della sentenza, l’uomo è stato licenziato dalla compagnia per cui lavorava.

La difesa del tifoso

Questa mattina, 9 dicembre 2019, il 41enne Anthony Burke, tifoso del Manchester City arrestato per il gesto che è stato beccato a fare sugli spalti durante il derby, si è difeso pubblicamente: “Ascoltate, sono solo un f**** razzista perché un fermo immagine mi fa sembrare così – ha scritto su Facebook l’ex soldato (ha servito in Irlanda del Nord con il Cheshire Regiment) sulla sua pagina social – ma io non sono razzista, mi stavo solo mettendo le mani in tasca. Pensate quello che volete, sono tutte c****, io conosco la verità e ho già preso appuntamento per parlare con la polizia”.

Ti potrebbe interessare
Sport / Turchia Galles streaming e diretta tv: dove vedere la partita degli Europei
Calcio / Italia-Svizzera, la sfida al vicino neutrale
Sport / Finlandia Russia streaming e diretta tv: dove vedere la partita degli Europei
Ti potrebbe interessare
Sport / Turchia Galles streaming e diretta tv: dove vedere la partita degli Europei
Calcio / Italia-Svizzera, la sfida al vicino neutrale
Sport / Finlandia Russia streaming e diretta tv: dove vedere la partita degli Europei
Sport / Europei di calcio 2021: le partite in programma oggi, 16 giugno
Sport / Francia Germania streaming e diretta tv: dove vedere la partita degli Europei
Calcio / Francia-Germania, secoli di rivalità in una sola partita
Sport / Ungheria Portogallo streaming e diretta tv: dove vedere la partita degli Europei
Sport / Europei di calcio 2021: le partite in programma oggi, 15 giugno
Sport / Eriksen migliora e presto potrebbe lasciare l’ospedale, il post sui social: “Sto bene, grazie per i messaggi”
Sport / Cristiano Ronaldo mette via la Coca Cola durante la conferenza stampa: “Bevete acqua”