Covid ultime 24h
casi +16.310
deceduti +475
tamponi +260.704
terapie intensive -2

Il Coronavirus arriva in Formula 1, ma il Gp d’Australia si correrà

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 11 Mar. 2020 alle 16:37 Aggiornato il 11 Mar. 2020 alle 16:40
1
Immagine di copertina

Coronavirus in Formula 1: Gp Australia si corre lo stesso

Il Coronavirus è arrivato anche in Formula 1. Domenica a Melbourne si corre il GP d’Australia, il primo della stagione 2020. Via libera nonostante tre componenti di squadre impegnate nel Gran premio sono in isolamento per timore di contagio. Si tratta di un membro della McLaren e due del team Haas.

I tre, ovviamente, sono stati sottoposti ai test di rito e sono stati messi in isolamento nelle loro stanze d’albergo. Una misura che però potrebbe non bastare dato che hanno già frequentato il paddock e sono stati in contatto con altre persone della propria e di altre squadre. I risultati dei test, hanno fatto sapere gli organizzatori, si sapranno solo dopo il Gp “entro 3-5 giorni”.

Inoltre nelle ultime ore si è anche registrato il primo caso di Coronavirus, proprio a pochi passi dalla pista. Per la precisione al “The Albert Park Hotel” che sorge vicinissimo al tracciato dell’Albert Park: la struttura è stata subito sigillata, il personale è stato messo in quarantena per le classiche due settimane presso le proprie abitazioni e ora si aspettano i risultati di altri tamponi. Al momento in Australia sono circa mille i casi di Coronavirus verificati.

Il Gran Premio di Albert Park Coronavirus o meno si disputerà. Lunedì, Andrew Westacott, CEO della Australian Grand Prix Corporation, ha detto che la gara procederà come previsto e non c’è “alcuna possibilità” che il Gran Premio che apre il campionato mondiale 2020 venga cancellato o posticipato.

TUTTE LE NOTIZIE DI SPORT

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.