Me

Platini è stato arrestato: ecco il motivo

Di Marco Nepi
Pubblicato il 18 Giu. 2019 alle 10:32 Aggiornato il 18 Giu. 2019 alle 15:15
Immagine di copertina

Platini arrestato motivo | Reato | Fifa | Mondiali Qatar 2022

PLATINI ARRESTATO MOTIVO – Oggi, 18 giugno 2019, l’ex giocatore della Juventus e presidente della Uefa Michel Platini è stato arrestato.

Secondo quanto riportano diverse testate francesi e il quotidiano inglese Mirror, l’ex leggenda del calcio francese (eletto nel 2007 alla presidenza della Uefa e rimasto in carica fino al 2015, quando è stato messo al bando dal Comitato etico per una serie di violazioni da lui sempre smentite) è stato arrestato per l’assegnazione della Coppa del Mondo 2022 al Qatar.

L’accusa esatta è quella di “presunti atti di corruzione attiva e passiva di dipendenti non pubblici”. Coinvolti nella vicenda anche Sophie Dion e Claude Gueant, ex consiglieri di Sarkozy quando questi era presidente di Francia.

Michel Platini “non ha assolutamente niente da rimproverarsi e afferma di essere totalmente estraneo ai fatti”. Lo riferisce un comunicato dei collaboratori dell’ex presidente dell’Uefa. “Non si tratta in alcun modo di un arresto ma viene ascoltato come testimone, in una condizione voluta dagli inquirenti che permette di evitare che le persone ascoltate possano accordarsi fuori dalla procedura”, precisa il comunicato diffuso dai media francesi.

Il Qatar è stato scelto come paese ospitante della Coppa del Mondo 2022 nel dicembre 2010, ma ci sono state molte controversie riguardo alla loro idoneità. Le numerose e costanti accuse di corruzione all’interno della Fifa hanno sollevato diversi dubbi sulla legittimità dell’offerta del Qatar.