Chi è Iker Casillas: dai trionfi con Real Madrid e Spagna all’infarto

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 1 Mag. 2019 alle 17:29
0
Immagine di copertina
Iker Casillas. Credit: Afp/Bruno Barros / DPI / NurPhoto

Iker Casillas è uno dei portieri più vincenti della storia del calcio. Campione del mondo e d’Europa con la nazionale della Spagna, dopo una lunga carriera nel Real Madrid oggi difende i pali del Porto.

La notizia dell’infarto che lo ha colpito mercoledì primo maggio 2019 ha scosso tutto il mondo del calcio.

Iker Casillas colpito da infarto

Casillas, nato a Madrid il 20 maggio 1981, è sposato con Sara Carbonero, giornalista di Mediaset Spagna: la coppia ha due figli. La relazione tra il portiere e la giornalista divenne di dominio pubblico a livello planetario nel 2010 dopo che la Spagna vinse il Mondiale: Carbonero si trovò a intervistare il partner, che nel bel mezzo del confronto la baciò in diretta davanti alle telecamere.

Il calciatore è impegnato anche nel sociale e ha dato vita a una organizzazione, la Fondazione Iker Casillas, che ha lo scopo di “contribuire al benessere delle persone più bisognose” e di combattere le disuguaglianze sociali.

Uno dei suoi ultimi messaggi su Twitter prima di essere colpito dall’infarto è stato: “Combattiamo tutti la povertà e la disuguaglianza sociale. Facciamo cambiare le cose”.

La carriera di Casillas è iniziata presto: il portiere è entrato nel settore giovanile del Real Madrid a soli 8 anni e ha debuttato in prima squadra nel 1999, a 18 anni, dopo aver disputato un ottimo Mondiale Under 20 con la Spagna.

È stato titolare tra i pali delle merengues a partire dalla stagione 1999-2000, culminata con la vittoria della Champions League. Nel 2001 ha vinto la Liga e nel 2002 ha alzato di nuovo la Champions distinguendosi tra i migliori in campo nella finale vinta con il Bayer Leverkusen.

In sedici stagioni con la maglia del Real Madrid Casillas ha collezionato oltre 600 presenze, vincendo cinque campionati spagnoli, tre Champions League, una Coppa Intercontinentale, un Mondiale per club, quattro Supercoppe di Spagna, due Supercoppe europee e due Coppe di Spagna.

È stato capitano sia del Real sia della nazionale spagnola, con cui tra il 2008 e il 2012 ha vinto due Europei e un Mondiale.

Proprio dopo il 2012 è iniziato uno dei periodi più difficili della sua carriera, durante il quale ha anche perso il posto di titolare.

Nell’estate del 2015 Casillas ha lasciato il Real Madrid per trasferirsi al Porto, con cui ha vinto un campionato portoghese e una Supercoppa portoghese.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.