Me

“Italiano di m…”, l’insulto rivolto a Maurizio Sarri durante Chelsea-Burnley. La FA apre un’inchiesta?

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 23 Apr. 2019 alle 18:35
Immagine di copertina

CHELSEA BURNLEY INSULTI SARRI – “Italiano di m…”. Questo l’insulto che sarebbe stato rivolto a Maurizio Sarri, allenatore del Chelsea, durante la partita di Premier League contro il Burnley (2-2). Insulti arrivati dai tifosi? No, dallo staff della squadra rivale.

Il fatto, secondo quanto riporta il Telegraph, sarebbe stato segnalato al quarto uomo Roger East e la Football Association, sulla base del rapporto di East, potrebbe aprire un’inchiesta. I membri dello staff del Burnley, protagonisti del fattaccio, rischiano una multa di 20 mila sterline e una squalifica di cinque giornate.

Chelsea-Burnely non è stata una partita “normale”. In campo il nervosismo era alle stelle e il finale lo ha dimostrato: Sarri espulso per aver abbandonato l’area tecnica, colpi proibiti in campo e due risse sfiorate con i difensori dei Blues Rudiger e David Luiz protagonisti.

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, il più scalmanato nello staff del Burnley è stato l’allenatore dei portieri, Billy Mercer, 49 anni. A fine partita poi Sarri non ha parlato con i giornalisti presenti. Al suo posto si è presentato il vice Gianfranco Zola: “Perché Sarri non è qui a parlare? Maurizio è stato espulso ed è provato dopo una partita come questa”. E, forse, dopo gli insulti ricevuti…