Chi è Bjorn Kuipers, l’arbitro più ricco del mondo che dirigerà Juventus-Atletico Madrid

Il fischietto olandese vanta un fatturato milionario grazie a... una catena di supermercati!

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 11 Mar. 2019 alle 16:39 Aggiornato il 12 Mar. 2019 alle 11:37
0
Immagine di copertina

BJORN KUIPERS CHI È – La Juventus è chiamata al miracolo sportivo nella partita di ritorno degli ottavi di finale di Champions League, a Torino, contro l’Atletico Madrid. I bianconeri infatti devono rimontare il 2-0 subito all’andata, al Wanda Metropolitano. Un’impresa decisamente non facile, ma comunque alla portata della squadra di Massimiliano Allegri. Ad arbitrare il match sarà l’olandese Bjorn Kuipers, uno che di miracoli se ne intende, almeno a guardare il suo conto in banca.

La nostra diretta live di Juventus-Atletico Madrid

Kuipers, 45 anni, è un arbitro molto singolare. E non per il suo comportamento in campo, bensì per quello che fa quando si toglie la maglia gialla e rimette in tasca il fischietto. L’olandese, figlio d’arte (anche il padre era un arbitro di calcio) è considerato infatti il direttore di gara più ricco del mondo, con un patrimonio stimato di circa 12,4 milioni di euro.

Sebbene gli arbitri internazionali guadagnino molto bene, di certo non è grazie a questa professione che Kuipers è riuscito ad accumulare questo patrimonio. Il merito è invece della C100, una catena di supermercati molto famosa in Olanda. I numeri dell’azienda parlano chiaro: oltre 500 sedi in tutti i Paesi Bassi, un fatturato che oscilla dai due ai quattro milioni di euro l’anno e un contratto di sponsorship con il pilota di Formula 1 – anch’egli olandese – Max Verstappen, che corre per la Red Bull.

Se a tutto ciò aggiungiamo lo stipendio da arbitro della Eredivisie (la Serie A olandese) e delle gare dirette nelle partite internazionali (in Europa, ma anche in manifestazioni come i Mondiali), ecco che si arriva a cifre davvero da capogiro. In più, come se non bastasse, in tempi recenti Kuipers ha anche aperto una bottega di barbiere. Un vero istinto per gli affari, il suo.

Nella lunga carriera sportiva di Kuipers c’è però un neo: fu lui, infatti, a “graziare” Luis Suarez nel 2010, quando l’attaccante – che indossava la maglia dell’Ajax – colpì con un morso alla spalla un avversario, Otman Bakkal. Un gesto che l’uruguaiano ha poi ripetuto durante i Mondiali del 2014 ai danni di Giorgio Chiellini.

I precedenti di Juventus e Atletico Madrid con Kuipers

Sia la Juventus che l’Atletico Madrid rabbrividiscono alla vista di Bjorn Kuipers. Tutte le volte che il fischietto olandese ha arbitrato le due squadre, il risultato finale non è stato quasi mai positivo.

La Juventus ha sei precedenti con l’arbitro più ricco del mondo: una vittoria (2-1 nella semifinale di ritorno della Champions del 2017 contro il Monaco), quattro pareggi e una sconfitta (1-4 contro il Fulham in Europa League nel 2010).

L’Atletico Madrid, invece, associa il volto di Kuipers a una delle più grandi sconfitte della sua storia recente: nel 2014, infatti, fu proprio l’olandese ad arbitrare la finale di Champions persa dai colchoneros contro gli odiati rivali del Real Madrid. Tra i blancos, però, militava anche Cristiano Ronaldo, oggi punta di diamante della Juventus: ed è questo il precedente che dà la carica ai bianconeri.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.